di Massimo Bernardi 26 Marzo 2010

Me ne rendo conto scrivendola, che è un’idea sciocca. Ma le tentazioni, presente no?, “posso resistere a tutto tranne che alle…”. Allora ditemi, sono io che mi faccio delle poderose illusioni, o il popolo di gastrodiointerra che legge Dissapore è in grado di riconoscere 7 dei millemila caci nel sontuoso carrello del ristorante Villa Crespi di Orta San Giulio, Novara? Noi naturalmente no, ma ove necessario, accendiamo lo chef Cannavacciuolo, accendiamo.  [Fotografia: Porzioni Cremona]