di Lorenza Fumelli 9 Gennaio 2011

E finalmente questa singolare battaglia è finita. Le armate di parenti lentamente si ritirano, sul campo solo i resti di pandori, panettoni, bolliti, torroni e cotechini e la scopa di legno della vecchia befana serve a togliere le molliche. In questo desolante scenario abbiamo, almeno in molti, solo un pensiero: DIETA. E’ tempo di mettere in pratica i buoni consigli e Dissapore propone qui e ora un ripasso generale, perché insieme ce la possiamo fare. Terapia di gruppo, sapete no?

Dieta o buoni propositi?

Già, perché la differenza è sottile. Un giorno un dottore molto in gamba mi disse che quello che le persone percepiscono come dieta, è in verità il regime corretto dal quale al massimo permettersi uno strappo a settimana. Per la vita, intendo. Forse è esagerato ma lui era bello alto e magro, così, tanto per dire. Quindi potete farne quel che volete di questi consigli, seguirli per un giorno, un mese o un anno intero, ma sappiate che sarebbe opportuno ritenerli dei propositi da mettere in atto e portare avanti per il resto dei giorni. Allegria! non c’è niente per cui deprimersi! Solo quattro regole d’oro:

1) EVITARE LE DIETE ASSURDE.
Non so voi, ma io tendo a guardare con un certo sospetto chi mi consiglia diete troppo facili o rimedi miracolosi, poi non si sa mai, magari funzionano. Per esempio eviterei di fare come il dott. Mark Haub dell’Università Statale del Kansas che asserisce di essere dimagrito mangiando solo cibo spazzatura, ed eviterei anche cose come l’Auricoloterapia NODIET, ovvero l’inserimento di due comodi e piccoli magneti nell’orecchio per perdere da 3,6 a 5,8 KG al mese, per quanto approvata dal Ministero della Salute Americano bla bla bla. E mi raccomando, non fate come i vip, lasciate perdere: i braccialetti “forza ed equilibrio” alla Robert De Niro e David Beckham, i digiuni di Demi Moore o le piante “salvifiche” del Sudamerica di Olivia Newton-John.

2) ADOTTARE CORRETTE ABITUDINI ALIMENTARI.
Sempre quel dottore bello, alto e magro, consigliava di fare una colazione sostanziosa, che non vuol dire inzuppare l’intera busta dei Bistefani in una tazza di latte intero con tre palate di zucchero, meglio un té con qualche biscotto secco, frutta, yogurt, frutta da guscio e caffé con moderazione. Dividere i due pasti principali mangiando carboidrati a pranzo e proteine con verdure a cena perché le P di PANZA (pizza, patate, pane, pasta e pasticcini) sono difficili da smaltire sul divano davanti a Dr.House o Anno Zero, a meno che non facciate faticosi lavori notturni. Non dimentichiamoci poi dei mini-pasti: frutta alle 11.30 e yogurt alle 18.00. Tutto ciò che contiene zuccheri (frutta inclusa) sarebbe da evitare a partire dalle 17 per lo stesso motivo delle cinque P, ossia la difficoltà di smaltirli durante il riposo. E poi le ovvietà: bere tanta acqua (meglio liscia e a temperatura ambiente) e fare attività fisica con costanza.

3) SEGUIRE I BUONI CONSIGLI.
Ad esempio, questo mi piace tanto: non mangiare davanti al computer. Pare che il senso di sazietà sia legato alla memoria, quindi mangiare in modo distratto avrebbe come conseguenza mangiare più del necessario. Per lo stesso motivo, è sana abitudine sedere in tavola e consumare il pasto con calma, masticando lentamente per facilitare la digestione. Lo diceva anche mia nonna. Inoltre: non mangiare cibi precotti perché più grassi, cucinare il più possibile in casa e curare con attenzione tutto il ciclo del nutrimento, dalla spesa ai metodi di cottura.

4) SE MANGIARE SANO NON VI INTERESSA ALMENO MANGIATE ETICO.
Non a tutti stanno a cuore dieta o peso forma ma consumare in modo sostenibile per il pianeta riguarda ognuno di noi. Bello è scoprire che le regole per un’alimentazione etica e quelle per una sana non sono poi così diverse: mangiare poca carne e mai di allevamento intensivo, attenzione anche a come vengono prodotti latte e uova, preferire sempre il biologico, comprare solo frutta e verdura di stagione, mangiare cereali e legumi, bere acqua del rubinetto.

E’ davvero così difficile? Io non credo e poi ogni gastrofanatico ha sicuramente i suoi trucchi per mantenersi in forma tra una cena da sogno e l’altra. Questo è il momento di condividere, lettori: quali sono i vostri suggerimenti per tornare in forma?

[Crediti | Link: La Stampa, Dimagrire, Repubblica.it, Jugo, Terra News. Immagine: Quipster]