di Lorenza Fumelli 19 Maggio 2011

Metti 5 donne profondamente fissate col cibo intorno al tavolo di un ristorante qualsiasi, secondo voi, di cosa potranno parlare? Naturalmente di sesso. Okay, faccio i nomi: la sottoscritta, Francesca Martinengo (brava giornalista torinese), la sua giovane assistente Clio, la nostra editor Alexandra Asnaghi e la foodblogger Sandra Salerno. E’ successo qualche tempo fa in un locale di Parma quando, colte da grandefratellismo acuto, ci siamo confrontate tra urletti e risatine sotto lo sguardo atterrito del nostro cameriere magrebino. Tema: cibo e sesso,

Due le situazioni tipo che abbiamo preso in esame:

CIBI PER DIRE: BACIAMI, STUPIDO (cit.)
Inviti a cena un uomo ed è tua intenzione fargli capire che può averti, che è ok, è un sì netto, non deve neanche sforzarsi tanto. Ma lui è timido o insicuro o semplicemente un gentiluomo e ha bisogno di una conferma evidente per lanciarsi nella prima mossa. Una spintarella, per così dire. Tu che conosci il linguaggio del cibo quanto i romantici quello dei fiori, scegli attentamente cosa mettere in tavola affinché sia chiaro al nostro eroe che può tuffarsi a pesce e senza esitazione. Cosa gli prepari?

Risotto
Ha bisogno di molto tempo per essere cucinato, ci vuole cura, attenzione, dedizione. E’ un modo per dire: hey bello, sono la tua geisha, per te farei qualsiasi cosa. O anche: se tratto così ‘sto riso, immagina cosa posso fare di te. Chiaramente un sì.

Carne cruda
Il colore rosso sangue, la consistenza muscolosa e delicata allo stesso tempo, il sapore primordiale: c’è qualcosa di più sensuale che una battuta al coltello con carne rigorosamente straordinaria? Secondo me no. Certo è meglio assicurarsi che lui non sia vegano.

Pesce crudo
Gamberi, scampi, ostriche. C’è il sapore del mare che rimanda alle cotte adolescenziali in spiaggia stile Piccolo Grande Amore, il mangiare con le mani che più sexy non si può, per non parlare del leggero ammiccare nel gesto di succhiare via un gambero direttamente dal guscio. E si rimane leggeri, cosa da non sottovalutare in queste circostanze.

La Tarte tatin di mele servita calda con la panna fresca montata
Il dolce è afrodisiaci di per sé, in più il contrasto caldo/freddo può creare quel brivido sulla schiena che di certo non lascia dubbi sul modo in cui desideri concludere la serata. Avvertenza: se il nostro eroe ha problemi alle gengive, ti sei giocata la tua occasione. Per sempre.

Tortino al cioccolato con cuore morbido
Consistente sui bordi, liquido e caldo all’interno. Inebriate. Vogliamo considerare la cioccolata? Il suo potere di scatenare desideri proibiti è noto sin dai tempi dei Maja, voglio dire, chi siamo noi per pensare il contrario? Un sì gridato a piena voce.

CIBI PER DIRE HEY TU, PORCO, LEVAMI LE MANI DI DOSSO (cit.)
Purtroppo capita anche di dover invitare a cena colleghi o conoscenti un po’ ostinati. Presenzialisti del buongiorno su Twitter, esperti riparatori di piccoli guasti domestici e, all’occorrenza, bodyguard. Dopo l’ennesima preghiera da parte del nostro eroe affinché tu gli conceda un assaggio della tua cucina (infondo non parli d’altro), cedi e programmi la cena. In effetti, oltre che per sdebitarti, è l’occasione perfetta per fargli capire che non c’è trippa per gatti: tra voi è possibile solo una bella e duratura amicizia. Opti quindi per?

Straccetti con rucola.
Non tanto per gli straccetti quanto per la rucola. No, dico, può una foglia verde a forma di albero di Natale striminzito eccitare in qualche modo? No, assolutamente. E ti si infila pure in mezzo ai denti.

La frittata
Che possa essere magistralmente preparata non ci sono dubbi, solo che suona un po’ come il piatto degli avanzi, il cibo della domenica sera da mangiare stravaccati davanti al televisore. Insomma, non è esattamente una pietanza da rimorchio. Se non lo capisce, problema suo.

La trippa
Amanti indefessi di questa famosa pietanza popolare, perdonatemi. Se qualcuno mi preparasse un bel piatto di trippa alla cena del nostro primo appuntamento scapperei a gambe levate: cibo pesante e un po’ burino, di certo poco romantico e con l’alitosi come ingrediente principale.

Fiorentina con patate fritte a fiammifero
Ecco, questo è un ottimo piatto da amici di una vita, compagni del corso di pre-pugilistica, colleghi del fantacalcio. Di certo non è un piatto sensuale e tanto meno da rimorchio. Se ve lo vedete servire in tavola alla prima cena, sappiate che la risposta è sempre quella: no, no e ancora no.

Spaghettata aio e oio.
L’aglio che ci avete messo dentro basterebbe a fermare un esercito di vampiri assetati di sangue. Dite che lui non colga il messaggio? Aggiungete peperoncino a profusione e sarà fuori dalla porta prima del caffè.

Queste sono le risposte attentamente valutate da noi cinque ma, come sempre, ora tocca a voi: che piatto preparare per essere ammiccanti e conquistare? E cosa invece, per scoraggiare all’infinito?