di Massimo Bernardi 12 Novembre 2009

Chissà quante volte vi è capitato. Dico di impegolarvi in una di quelle barbose discussioni sul mangiare di destra e di sinistra. Yawn… Zzz… Poi basta che a maneggiare la questione sia un sito che ti piace e tutto è diverso. Allora vediamo come cambiano le scelte alimentari in base alla preferenza politica. Una precisazione, sito (qui vi spiegano cosa fa) e campione che partecipa al sondaggio sono americani ma i risultati sembrano del tutto esportabili. Ditemi se anche voi la pensate così e se vi riconoscete negli schieramenti.

Rapido riassunto | A destra si preferisce la cucina di casa, il comfort food come lo chiamano gli americani. Graditi e frequenti i piatti di carne. Cedere ai richiami del fast food è più facile che a sinistra, piacciono molto i cheeseburger e la pizza. L’idea di cucina internazionale è molto tradizionale, quasi sempre coincide con la cucina italiana.

Una rappresentazione della cucina di destra

A sinistra ci sono forchette più avventurose che non disdegnano scelte internazionali come il cibo giapponese o thai. Meno attratti dal fast food rispetto ai conservatori, amano le alternative locali (per dire, in Italia il recente Mc Bun). Se possono, scelgono alternative vegetariane e in genere più salutiste.

Nell'illustrazione, la cucina di sinistra

Beh, a occhio, essere di destra o di sinistra cambia sensibilmente il modo in cui mangiamo. Più nel dettaglio, la lattuga “Romana” piace a tutti, ma mentre a destra piace la variante “Brasiliana“, a sinistra si preferisce la rucola (sic!).

— La cucina piace più calda, di legno e possibilmente in stile country a destra. In acciaio inox, a sinistra.

— Le bevande analcoliche (cola, acqua tonica, tè freddo…) piacciono a destra, meno il vino. Chi sta a sinistra preferisce le opzioni vegetariane (succhi, aperitivi…) e frequenti porzioni di frutta.

Anche a queste domande il campione ha risposto in modo molto diverso.

— Sei un un foodie? (Un gastrofanatico, okay: un buongustaio) ? A destra il 29% ha detto sì, mentre il 48% non crede di sapere cosa significa “foodie”. A sinistra la percentuale di buongustati reo confessi sale al 41%. Il 33% non conosce il significato della parola.

— Che cos’è il cibo etnico? Per il 94% del campione di destra è cibo cinese. A sinistra il 29% dice cibo asiatico, o cucina fusion francese.

— Come sono le porzioni di cibo che preferite? Per la destra grandi e presentate come viene. Per la sinistra, piccole, guarnite e presentate con cura.