di Sara Porro 3 Aprile 2012
uova cioccolato

Il termine “follia marzolina” (o “March Madness”) indica sia il picco della stagione dell’amore per la lepre europea, sia un campionato di college-basket negli USA che contagia tutti con la fregola del torneo. In ossequio alla tradizione, il blog americano Jezebel si è inventato un torneo in cui gli scontri diretti erano tra un dolce al cioccolato e una pratica erotica, così da provare a rispondere all’eterna domanda: meglio il sesso o il cioccolato?

Io ne ho creata una versione rivista rispetto all’originale che è molto, molto più soft in termini di pratiche erotiche (ehi: mia mamma legge questo blog!) e molto, molto più specifica in termini di dolci al cioccolato.

A voi indicare cosa preferite nei commenti.

Tavoletta di cioccolato bianco Galak versus Grattini
Due punti fermi dell’infanzia che non smettono di garantire felicità anche da adulti. Ho alcune domande: perché non fanno più la tavoletta di cioccolato bianco Galak divisa in 3, quella con il delfino e l’anziano marinaio? Perché è così difficile trovare un candidato al matrimonio che, tra le molte qualità, abbia anche un braccio bionico che non conosce la stanchezza da grattino? E soprattutto: quale preferite?

Crema al cioccolato fondente Gianera Slitti versus Massaggio corpo con balsamo all’olio di argan.
Un confronto in cui si discutono le differenti doti delle creme e la loro spalmabilità: costretti alla scelta, meglio spalmare sul pane la strepitosa crema al cioccolato fondente Gianera di Slitti o essere spalmati con balsamo all’olio di argan?

Mini Gateau au chocolat La Mere Poulard versus Bacio alla francese.
Ah, la France. Il paese in cui tutto è opulento, ricco, au beurre. La torta al cioccolato e i baci non fanno eccezione: cosa è meglio tra una furibonda sessione di baci alla francese e un’intera confezione di tortine al cioccolato La Mere Poulard?

Bomboniera Algida versus Fugace Palpatina nella penombra del cinema
Lo scontro dedicato ai cultori della settima arte. Da un lato del ring la Bomboniera Algida, perfetto accompagnamento di uno spettacolo pomeridiano, dall’altro la fugace palpatina, resa più ardita negli ultimi anni dall’assegnazione automatica del posto, che distribuisce le un tempo discrete ultime file a chiunque, scolaresche incluse. Chi avrà la meglio?

Ferrero Rocher versus Sbirciatina alle calze autoreggenti nello specchietto retrovisore.
Le gioie segrete dell’auto: da una parte il Ferrero Rocher, di serie sulle auto di lusso negli anni ’90, dall’altra la fugace occhiata del guidatore alla passeggera del sedile posteriore, seduta in modo studiatamente poco composto. Ambrogio, fa caldo qui dentro, non trova?

Millesfoglie con crema alla nocciola Matilde Vicenzi versus Languido Spogliarello.
La moda del burlesque, merito dell’incantevole Dita Von Teese, ha contagiato anche le più assopite madri di famiglia. Venticinque (gulp!) anni dopo Nove Settimane e Mezzo, lo spogliarello è tornato prepotentemente in auge. Ma al momento della scelta meglio le Millesfoglie con Crema alla Nocciola di Matilde Vicenzi o meglio un languido strip-tease? Che poi è come dire: meglio sette veli o senza veli?

Togo versus Suzione delle dita dei piedi.
Cos’è affusolato e sempre almeno cinque? Un Togo, oppure un dito del piede (okay, questo paragone era stiracchiato). Per il perfetto snack di metà pomeriggio scegliete il piacere senza il peccato oppure il piacere con?

Torta Pistocchi versus Piedino sotto il tavolo del ristorante.
Per la serie: cose da fare al riparo da sguardi indiscreti. La deliziosa Torta Pistocchi, beniamina di tutti i golosi, è un tale tripudio di cioccolatosità che bisogna accettare che tutto ciò che tocca sul suo percorso ne venga contagiato: dita e denti inclusi. Guardarsi sempre allo specchio prima di uscire di casa dopo aver mangiato la Torta Pistocchi! Così anche per il piedino sotto il tavolo del ristorante si raccomanda una certa riservatezza. A quale passatempo preferite dedicarvi al riparo da occhi indiscreti?

Magnum Classic versus Succhiotto sul collo.
Ci sono cose che in teoria sono propedeutiche ad altro e invece spesso sono meglio del resto. Proprio come un succhiotto sul collo spesso rivaleggia in libidine con quello che segue, così la copertura in cioccolato del Magnum Algida è in realtà la vera star del gelato. Altra cosa che hanno in comune: entrambi lasciano tracce, fate attenzione. Quale vi piace di più?

[Crediti | Link: Jezebel, immagine: Antonio Tomacelli]