di Prisca Sacchetti 20 Novembre 2010

E’ iniziata l’era del gastrofanatico, annunciavamo qualche tempo fa, espressione che risponde all’esigenza di chiamare l’intenditore di cose culinarie con nomi meno respingenti. (Tranquilli, nel volgere di poco questa cosa si assesta e smettiamo di parlarne). Ma la vostra accoglienza è stata tiepida, e genericamente riassumibilie in “il fanatico è sempre un estremista e gli estremisti a tavola non ci piacciono”. Tutto è meglio, perfino “buongustaio”, “buona forchetta”, “mangione”, “gourmet”, “gourmand” e udite udite: l’orrido “foodie”. Con espressione mista di delusione, dolore e riprovazione eravamo rassegnati al peggio quando in nostro soccorso è arrivato Decanter.

Decanter?

Possiamo amarla, odiarla ma far finta di ignorare l’esistenza del programma di Radio2 condotto da Fede e Tinto, che mi risulti, il solo dedicato alla gastronomia, no, dài, non è possibile. Se non altro perché negli ultimi anni, i due hanno monopolizzato con la loro presenza qualsivoglia evento gastroqualcosa.

Bene, per una sera anche Federico Quaranta e Nicola Prudente (Fede&Tinto, appunto) si son dati alla caccia grossa. Chiedendo e ottenendo dai loro ascoltatori “una traduzione italiana di foodies più digeribile” dell’impegnativo gastrofanatico. E quelli, mandando in tilt il centralone della Rai hanno fornito un elenco di risposte cui vale abbastanza la pena dare un’occhiata.

Per l’ultima volta, giurin giurella, non è che avete voglia di aiutarci? Servirebbe scorrere la lista segnalando quale tra queste espressioni Dissapore dovrebbe usare da domani.

Integralista della cucina ortodossa, ciao belli, baci da Gio e Dile
Non c’è bisogno di inventarlo… dialetto calabrese: LIFITUNI. Elisabetta
Scusate, ma un vocabolo all’antica come mangione non va bene? Perché dobbiamo inventare parole nuove per concetti così antichi? Ciao da Federico
Gastronauti? Raffaella
Semplicemente buongustaio, come me! Barbara
Cibofilo. Fabio.
Perché non semplicemete buongustaio? Troppo classico?
Esperto mangiatore
Golosastro
Ragazzi direi: biboamatore.
Beh, cibofilo o gustofilo. Eric e Giulia
Ciao, che ne dite di cibofilo o mangiofilo? il ns bimboFfilippo di 9 mesi é già un mangiofilo. Baci, Elena da Torino
Mio figlio ha un fabbisogno calorico illimitato: foodaholic? By alberto
Appassionato del cibo.
Immaginate un piatto: astice alla catalana accompagnato da Torbato ghiacciato da dividere con la donna del cuore. Servono parole? Luigi da Nuoro
Food passion = fondino (com un po’ di fusion). Ciao, Fabio
Perché non semplicemente “amante del cibo”? Oppure Cibofilo? Ciao da Vanita
Abbuffogeno. Ciao da Paya
Cibidinoso. Fabio
Penso esista già: buongustaio. C.
Cibo amante
Gustonauta
Vivo per la tavola (Giorgio da Treviso)
Ciao, che ne dite di CIBOCULTORE. Stefano da Trieste
Culinarista. Mauro da Torino
Gastronomaniaco, ciao Rosi
Ciao bravissimi, che ne dite di leccornioso o leccornauta? Sandro da Chieri (To)
Cibamatore. By Mirko Sergi, Milano.
Tradizionale e profumata come un collio: “buongustaio”
Che ve ne pare un semplice “Cibofan” ? Siete troppo forti. Complimenti. Seba. Milano.
Ma buongustai no eh?! Gabriele
Luculliani
Gustambolo. Franco
Che ne dite della parola “saggio”? Arcangelo da Ancona
Cibofili
Gustomante – amante del gusto, oppure gustofilo. Ciao. Enrico da Chianciano
Saporofilo. Marco
Gustologo! Marco da Krak
Gustofili. Da labandadeibroccoli
Gustacibo o cibofan
Gusto cultori
Saporente, sapori sapiente, godente, studente
Ciboamatori, Andrea da Padova
Ghiottastri
MANGIARONE
Grinpeur del cibo. Ciao Albert
Ciboedonista. Max di Padova
Leccornioso
Gastrorroico
Gustamatore
Marangioni, ciao da Lecce
Cibolettici, quelli che mangiano come in preda ad un attacco epilettico..
Buongustoso. Valerio
Cibaholic (cibodipendente)
Fond desiner, Nicola
Esteta del gusto
Buongustofilo. Pepoz
Mangiaci? Tra mangioni e maniaci. Victor
Ciao grandi! Come lo vedete: “Luottiani” dal mitico Andy? (O come si scrive?) Daniele,Roma
Gastrosensuale. Bruno
Pornogastrico. Paolo
Mangiatore CONSAPEVOLE.
Benmangiante, ciao da Marco
Gologodolo. Piero da Asti
Donato da Foggia, “cannaturo”
Gustologo, saluti Mauro
Che ne dite di “gastrogodurioso”? Buona trasmissione. Cesare.
Animatore del cibo
Apiciani! Paolo Guiotto
A Torino, negli anni 7O c’era un locale che si chiamava il Sollazzo gastrico. Può aiutare? Barbara
Cibomane
Ghiotto. Giovanna
Culinomani. Enrico da Torino
Magister gusti? Ciao. Max da Roma
Gozzovigliatore. Paola
Culinario godereccio
Cibiocettivo, Gia da Roma
Gusto-amatore. Laura
Enocibologo. Arianna da Treviso
Cibaroli o più banalmente cibisti, mi sembra la traduzione più letterale. Simonetta
Trattandosi di maniaci del cibo, cibomane. Tristano da Garessio
Papillomane.
Cibologo, prelibatester
Culinologo. Donatello
G. G. Gaudente Gastrico
Gustomane. Giovanni, Gemona del Friuli.
Ambasciatori del gusto. Cristian
Proporrei gastronorgasmo. Luca
Gustamante. Ciao Ettore
Gastrocentrico
Un mangiologo golosista. Ciao Davide, Varese.
Gastronomi saggi
M’edace. Alfonso da Lecco
Cibofobo
Cibomane. MICHELANGELO
Una nuova guida del gambero chiamata foodies enogastroapassionati.
Il vero Ciboamatore quando prende il gelato si fa mettere i gusti in ordine così che il più saporito venga dopo il delicato. Da Andrea, Sarzana.
Ciboamante, Carlo da Roma
NEOLUCULLI O NEOLUCULLIANI. GIUSTINA DA CATANIA
Io mi definisco spesso Scorpacciofilo, spero che piaccia anche a voi. Ciao Lorenzo da Firenze
Gustante. Ciao Ettore
Gastrosessuale. Da Mauro di Roma
Eatalebano, Lu
Cibofobo
Palatesteta o genio gustatore. Laura da Roma.
Bananoico? Ale
Trangugio! Fabio
Cibidinoso (Giorgio da Lecco)
Cibofilo o cibosofo. Marco da Tivoli
Cibocultore
Gourmefilo, Marzia
Slurpatore
Culino intenditore
Enogastrocompulsivo? Può andare? Saluti Priscilla.
Gourmen. Mauro
Gustofili. Daniela da Novi

[Fonti: Radio2, immagine Sandra Salerno]