Pasta sfoglia scaduta, si può usare?

Già fare la pasta sfoglia è una vera e propria faticaccia, se poi ce la dimentichiamo e questa scade girano moltissimo le scatole. In questo articolo approfondirò l’argomento cercando la risposta alla seguente domanda: pasta sfoglia scaduta, si può usare? La risposta è sì, ma con dovute specifiche.

Due precisazioni. La prima è che è necessario distinguere la pasta sfoglia fatta in casa da quella confezionata, e ancora da quella confezionata congelata. La seconda è che è necessario guardare se sulla confezione degli alimenti è riportato “da consumare entro” o “da consumare preferibilmente entro“: in entrambi i casi qualcosina da dire c’è.

Pasta sfoglia fatta in casa

La pasta sfoglia fatta in casa contiene farina, burro, acqua, un pizzico di sale e spesso un goccio di aceto. Una volta pronta deve essere avvolta nella pellicola trasparente ad uso alimentare e conservata al freddo: o per 2 giorni nella parte più fresca del frigorifero, oppure direttamente in congelatore per 3-4 mesi. Oltre tali tempistiche, per capire se può essere usata o no ci si regola così:

  • Controllare che la sfoglia sia ancora ben avvolta: in caso contrario, non usare;
  • La pasta sfoglia “suda”, ovvero è unta in superficie? Non usare;
  • Presenta delle chiazze secche o di aspetto lucido e irregolare? Non usare;
  • Se emana odore, rancido oppure pungente (magari assorbito da altri alimenti in frigorifero o congelatore), non usare;
  • Ovviamente, se notate muffe, non usare

Se dopo i dovuti controlli la pasta sfoglia fatta in casa e conservata in frigorifero si presenta integra, la si può certamente usare. Oltre i 2-3 giorni, conservarla in frigorifero per altrettanto tempo al massimo (controllandola) e poi basta.

Ancora, se è integra e ancora in frigorifero ma non la si vuole ancora usare, meglio congelarla.

Pasta sfoglia confezionata fresca

La pasta sfoglia confezionata fresca potrebbe contenere burro industriale e non fresco, il che preserva dal deterioramento. Solitamente riporta anche una data di scadenza non tassativa, e per accertarsi di poterla ancora usare oltre la data indicata valgono le regole elencate sopra.

La pasta sfoglia confezionata può essere congelata anche a ridosso della data di scadenza, o poco oltre se dopo averla controllata risulta integra. Una volta congelata, la si può conservare ulteriori 3-4 mesi.

Pasta sfoglia confezionata congelata

Anche la pasta sfoglia confezionata e congelata riporta solitamente una data di scadenza indicativa, per questo motivo la si può conservare e usare anche oltre tale data. Tuttavia, per essere certi di poterlo fare è necessario verificare i controlli sopra elencati non solo sulla pasta sfoglia ancora congelata, ma anche una volta che l’avete scongelata per usarla. Doppio check.

Una volta scongelata, e una volta appurata la sua integrità, la si può conservare in frigorifero: ben protetta da pellicola, e per massimo 2 giorni. Oltre, basta.

Se stavate cercando una ricetta per fare in casa la sfoglia, eccola!

Avatar Chiara Cajelli

30 Aprile 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento