Piccola guida ai ristoranti per il fine settimana

Venerdì pomeriggio. Come al solito, Dissapore suggerisce una manciata di ristoranti per il fine settimana. Senonché domenica è San Valentino. Quale migliore occasione per restare a casa e seguire i nostri consigli sabato, lunedì, martedì…

enoteca patriarca - triesteEnoteca al Patriarca.
Corso Puccini, 12/a Muggia – Trieste. Tel. 333 1174785.

Qualcosa si muove nel profondo nord-est. La piccolissima enoteca, praticamente invisibile dall’esterno, offre pescato del giorno descritto a voce o se va male, sulla lavagna. Cucina friulana classica e vini con ricarichi onesti. L’esborso per 3 piatti (porzione generose) è intorno ai 40 euro. AL RIPARO DALLA BORA

piastrino - pennabilliPiastrino. Sito
Via Parco Begni, 5 – Pennabilli (RN). Tel. 0541 928106.

In una zona a basso tenore di mangiatoie gourmet, sorprende che nel raggio di 100 km si trovino 4 grandi chef tipo Mauro Uliassi e Moreno Cedroni a Senigallia, Piergiorgio Parini a Torriana (Rimini) e Riccardo Agostini a Pennabilli (Rimini). Ingiustamente trascurato dai critici (al contrario di Parini) nonostante la stella Michelin, meteo permettendo, la cucina dell’ex pupillo di Gianfranco Vissani, merita di essere provata. Anche per il prezzo, inconsueto per il livello del locale. 45 euro per il menù “gran degustazione”, poco di più alla carta. TONINO GUERRA DOCET

museo_balsamicoCesare.
Via San Giovanni, 38 – Spilamberto (MO). Tel. 059 784259.

Trattoria emiliana classica perfino nella disposizione (bar al piano terra, sala di sopra) dove, senza nemmeno fiatare, vi rifilano una sequenza di piatti popolari tra il buono e il buonissimo. Tra gli altri, la frittata con l’aceto balsamico Tradizionale, che finita la frittata, il patron cercherà di vendervi. Conto da 40 euro, cellulari mal sopportati. PER STOMACI FORTI E SENZA FONDO

duemilaotto - viterboDuemilaotto. Sito
Via B.D. Barberi, 1 c/o centro Okay – Viterbo. Tel. 0761 305263.

Viterbo è una città bellissima, poco apprezzabile dal periferico centro commerciale che ospita questo ristorante. Una vista che rimuoverete appena varcata la soglia. Puntate diretti sul menù “Grand Gourmet” e non rimpiangerete i 60/70 euro spesi. SCOPERTE DI PROVINCIA

pescheria - cataniaOsteria Antica Marina. Sito
Via Pardo, 29 – Catania. Tel. 095 348197.

Ancora una trattoria. Questa però è situata proprio davanti alla Pescheria, il mercato del pesce di Catania (posto da once in a lifetime), e offre un esemplare cucina locale a poco più di 30 euro. Scansate qualche piatto pensato più per il turista che per il gastrofanatico. Per chi vuole sapori più ruspanti, proprio di fronte al ristorante c’è una bettolina che cucina a costi irrisori gli spaghetti al nero di seppia. PROFUMI SICILIANI.

Foto Duemilaotto by SenzaPanna Blog

 

Avatar Leonardo Ciomei

12 Febbraio 2010

commenti (4)

Accedi / Registrati e lascia un commento

    1. Avatar Arcangelo Dandini ha detto:

      Mi associo ai complimenti per Salvo e Sara, perche’ fare un lavoro con un cosi’ alto profilo qualitativo fuori dai grandi centri urbani e con i tempi che corrono non e’ semplice e dimostra carattere , passione e professionalita’: Bravi!!!!!!!

  1. Grazie di cuore a tutti voi per il tifo che fate per noi, cercheremo di non deludervi mai, ricambiando con stima, professionalità e passione….Salvo e Sara

  2. Avatar Mario Reiner ha detto:

    Ottime indicazioni, per cui abbiate la mia gratitudine – mi accingo a sperimentare l’Enoteca muggesana, ma mi corre l’obbligo di evidenziare la singolarità che ivi propongano sia pesce che “cucina friulana classica” ?!? ohibò, non vedo come accostare il frico o i ciarcons al pescato del giorno! A parte gli scherzi, il Friuli è “terragno”, la Venezia Giulia (Muggia invero è in provincia di Trieste) invece è “marinara”, e così da molti secoli. Quindi immagino che i vini abbiano dato un po’ alla testa del degustatore – recensore, spostando nella sua fantasia di qualche cento chilometri il sito, che propone senza dubbio cucina triestina, o istriana (chi pol dir?) o giuliano dalmata, ma sicuramente non friulana…