di Gaia Magenis 24 Marzo 2020
pizze-napoletane-gusti

Chi dice Napoli dice pizza, provate a dire il contrario? Il cornicione spesso, la mozzarella filante, il pomodoro profumato sono i protagonisti della regina delle pizze, la più amata in Italia e nel mondo. I puristi la esigono margherita, ma sono tantissimi i gusti delle pizze napoletane da provare almeno una volta nella vita. Capricciosa, marinara e al salame piccante: abbiamo selezionato 11 gusti che non possono mancare in un menù napoletano. Ci sarà anche il vostro preferito?

Margherita

pizza-margherita

I veri puristi della pizza delle pendici del Vesuvio non possono che mangiarla in questo modo. Pomodoro locale, mozzarella rigorosamente fiordilatte e basilico: una triade che farà impazzire le vostre papille gustative. Ovviamente non mancherà un giro di olio a crudo.

Bufala

pizza-bufalina

Come fate a dire di no alla mozzarella di bufala? Perfetta a crudo sulla pizza calda (anche se qualcuno la preferisce in pre cottura) aggiungerà sapore alla vostra margherita.

Regina

pizza-regina

Ti suona nuova come pizza? Impossibile, semplicemente non ci ricordiamo mai come si chiama. È la classica prosciutto e funghi che, nonostante possa sembrare decisamente banale, è un grande classico tanto da diventare un comfort food.

Capricciosa

pizza-capricciosa

Olive rigorosamente nere, capperi, carciofi, prosciutto cotto, funghi: così tanti ingredienti per una delle pizze più classiche che ci siano. La capricciosa è la classica pizza in cui rifugiarsi quando proprio non si sa che pesci pizze pigliare.

Marinara

pizza-marinara

La semplicità a volte, anzi spesso, paga. La pizza alla marinara è tipica della cucina napoletana ed condita solo con pomodoro, aglio, origano e olio. Lo sapevate che è la seconda pizza più amata dopo quella con la bufala?

Carrettiera

pizza-salsiccia-e-friarielli

Carrettiera o salsiccia e friarielli. In qualunque modo la vogliate chiamare questa pizza è un must a Napoli. Merito dei friarielli che, grazie al loro sapore leggermente amarognolo, sono perfetti per smorzare la grassezza della salsiccia di maiale.

Salame piccante

pizza-diavola

Per molti, la pizza al salame piccante, è solo la base da arricchire con tantissimi altri ingredienti: cipolla, peperoni e non solo. Noi la preferiamo, e ve la consigliamo, nella versione classica che si abbina perfettamente all’impasto corposo della pizza napoletana.

Quattro formaggi

pizza-quattro-formaggi

La pizza quattro formaggi non ha la giusta attenzione che merita, specialmente nella versione napoletana. Fiordilatte di Agerola, caprino, dolce verde, emmental sono i quattro protagonisti di questa pizza rigorosamente bianca (ma se la preferite rossa nessuno di noi vi giudicherà).

Pizza fritta

Tra i piatti storici di Napoli non può e non deve mancare la pizza fritta, perfetta per essere mangiata a passeggio. L’impasto classico napoletano viene farcito con pomodoro, mozzarella e, a seconda dei gusti, si aggiungono altri ingredienti. Si chiude a calzone e poi un tuffo nell’olio bollente: magnifica.

Pizza ripiena

pizza-ripiena

Declinabile in tutti i gusti che preferite, la pizza ripiena è la vera pizza dei campioni. In questo caso il cornicione, già corposo e gonfio, viene riempito prima della cottura, Una vera libidine al primo taglio.

Napoli

pizza-napoli

Più semplice di così, probabilmente, non esiste altra pizza: filetti di acciuga spezzettati, meglio se con le dita, l’aglio a pezzetti e una generosa spolverata di origano profumato. Tutto in forna, a legna, e poi tutto sotto i denti.