di Carmelita Cianci 30 Gennaio 2012

L’amore è dove sei pronto a soffrire, cioè nelle diete proteiche e in certe colazioni senza biscotti. Chi al contrario li ritiene ingredienti essenziali di una colazione da campioni, mi segua nella prima Prova d’assaggio del 2012.

Torna su Dissapore il confronto settimanale tra prodotti della stessa categoria, possibilmente di largo consumo. Ben ritrovati.

I CONTENDENTI

I CRITERI

  • Aspetto visivo
  • Consistenza
  • Sapore

Per la prima volta in 32 prove, niente test alla cieca, superfluo visto il look particolare, proprio e caratteristico di ogni contendente.

#5 Gocciole Chocolate Pavesi

Formato: 500 g. Ingredienti: farina di frumento, zucchero, grasso vegetale non idrogenato, cioccolato fondente 13,6%, burro, sciroppo di glucosio, amido di frumento, agenti lievitanti, sale, aroma, vanillina. I biscotti Pavesi sono preparati senza l’utilizzo di conservanti. Pavesi (Gruppo Barilla), sede in Parma, Via Mantova 166. Prodotto nello stabilimento di Castiglione delle Stiviere (MN), Via Mazzini 56/58.

Giudizio: biscotto che procura una sensazione di pesantezza, dal sapore prevedibile.
Packaging: di cartone, con una grafica che vi desta senza bisogno della sveglia. Più della doccia, il gavettone del mattino
Aspetto visivo: forma curvilinea simil “gocciola”, cioccolato in rilievo.
Consistenza: soda e compatta, friabile al morso.
Gusto: dolce e cioccolatoso, retrogusto stucchevole che in chiusura vira verso l’amarognolo.
Prezzo: € 3,98/al kg quindi € 1,99.
Rapporto prezzo/felicità:  non favorevole.
In breve: estenuante.
VOTO 5

#4 Gran Turchese Colussi

Formato: 800 g. Ingredienti: farina di frumento, zucchero, olio vegetale, latte scremato in polvere, uova, destrosio, agenti lievitanti: carbonato acido di ammonio, carbonato acido di sodio, amido di frumento, sale, aromi. Prodotto da Colussi S.p.A. Via dell’Aeroporto 7 – Petrignano di Assisi (PG) – Italia.

Giudizio: sobrio all’inizio, si perde un po’ a causa del sottofondo limonato.
Packaging: spigoloso, dalla grafica tumultuosa come una seduta di jogging.
Aspetto visivo: colore scuro, linea circolare e piccole fessure squadrate.
Consistenza: croccante, friabile e granulosa.
Gusto: sobrio con un retrogusto aspro di limone.
Prezzo: € 3,98/al kg quindi € 3,19.
Rapporto prezzo/felicità: non eccezionale.
In breve: restyling del sapore?
VOTO 5,5

#3 Macine Mulino Bianco

Formato: 900 g. Ingredienti: farina di frumento, zucchero, grasso vegetale non idrogenato, amido di frumento, uova, burro, panna fresca pastorizzata 2,0%, sciroppo di glucosio, sale, agenti lievitanti, aroma vanillina. Barilla G. e R. Fratelli, Società per Azioni, Sede in Parma Via Mantova 166. Prodotto nello stabilimento di Castiglione delle Stiviere (MN), Via Mazzini 56/58.

Giudizio: il biscotto attaccato di recente dalla pubblicità comparativa della Plasmon, è fatto apposta per essere inzuppato nel latte. Sapore morbido e invitante.
Packaging: di cartone, grafica calda e rassicurante nel più classico stile di famiglia inaugurato dalle pubblicità anni ’80.
Aspetto visivo: forma circolare e spessa, aria spavalda con ombelico forato.
Consistenza: robusta e granulosa.
Gusto: pieno, si si sente in particolare il burro, peccato una prolungata nota acidula nel finale.
Prezzo: € 3,18/al kg quindi € 2,55.
Rapporto prezzo/felicità: ottimo.
In breve: di gran classe.
VOTO 6

#2 Oro Saiwa

Formato: 375 g. Ingredienti: farina di frumento, zucchero, grasso vegetale non idrogenato, sciroppo di glucosio – fruttosio, sale, latte scremato in polvere, amido di frumento, agenti lievitanti, aromi. Contiene grano, glutine, latte. Kraft Foods Italia – Via Nizzoli 3, Milano. Stabilimento di Capriata d’Orba (AL), Loc. Pedaggera 22.

Giudizio: essenziale e super croccante.
Packaging: squadrato, colori caldi e soleggiati.
Aspetto visivo: la classica forma della galletta, silhouette snella e carnagione dorata
Consistenza: il più croccante del test, quasi un cracker.
Gusto: leggero, no-frills, ego e zuccheri contenuti, fortunata reinterpretazione della galletta.
Prezzo: € 4,93/al kg quindi € 1,85.
Rapporto prezzo/felicità: buono, anche se il prezzo è alto.
In breve: Evergreen.
VOTO 6,5

#1 Bucaneve Doria

Formato: 400 g. Ingredienti: farina di frumento, zucchero, oli e grassi vegetali, sciroppo di zucchero invertito, uova, amido di frumento, agenti lievitanti, tartrato monopotassico, sale, latte scremato in polvere, antiossidante: lecitina di girasole, albume d’uovo in polvere, aromi. Può contenere tracce di frutta secca in guscio e soia. Bauli Verona, prodotto nello stabilimento di via Pontebbana 32, Orsago (Treviso), Italia.

Giudizio: piacevolmente demodé, si conferma biscotto godibile e misurato. Non ha bisogno di strafare.
Packaging: di cartone, dalla grafica bianco latte (Biancolatte a Milano?) con accenni floreali.
Aspetto visivo: un fiore con la glassa in rilievo che oggi, intercettando il trend anti-calorico, è meno evidente che in passato.
Consistenza: buona tenuta nel latte, friabile e croccante.
Gusto: armonioso, glassato e vanigliato.
Prezzo: € 4,62/al kg quindi € 1,85.
Rapporto prezzo/felicità: buono.
In breve: nostalgico
VOTO 7

Il migliore del test — Bucaneve Doria
Il miglior rapporto prezzo felicità — Macine Mulino Bianco

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO

Più che semplici biscotti alcuni tra i contendenti del test sono la rappresentazione di un’epoca. Segno di una produzione industriale di buon livello. Certo, si potrebbe fare meglio nella scelta degli ingredienti. Da premiare la sobrietà dei grandi classici, dagli Oro Saiwa ai Bucaneve fino alle Macine, vere specialiste del caffelatte.

E’ arrivato il momento di prendere posizione, da ora avete un preciso dovere morale: dirci se i biscotti che assistono la vostra prima colazione sono questi o altri. E più in generale, quali preferite e perché.