di Carmelita Cianci 4 Agosto 2011

mascarpone

Dopo aver testato passate di pomodoro, oli extra vergine d’oliva, confetture, paste, pizze surgelate e chinotti, il settimo round di Prova d’assaggio, confronto settimanale tra prodotti della stessa categoria, è consacrato al mascarpone.

In casa Cianci sono arrivati gli americani e come da copione, il dolce che preferiscono è il tiramisu. Non sono quel che si dice una fanatica del genere, ma per il parentado d’oltreoceano questo e altro. Così mi sono messa alla ricerca dell’ingrediente base, il mascarpone, ma dove mi trovo ora (profondo Abruzzo) di quello artigianale nemmeno l’ombra. Così sono andata al Super, obiettivo: testare 5 prodotti per scoprire quale ricorda di più il mascarpone artigianale.

I CONTENDENTI

Conad 250 g;
Galbani 250 g;
Granarolo 500 g;
Mila 250 g;
Virgilio 500g.

I CRITERI

— Aspetto visivo
— Consistenza
— Sapore

mascarpone test

Il test si è svolto “alla cieca”. Ogni marchio è stato testato in purezza, come sempre ricordo che non sono una tecnologa alimentare, e che il verdetto è oggettivo con deviazioni personal-affettive.

Note: i formati reperiti sono diversi, per Granarolo e Virgilio ho trovato solo la confezione da 500 g.

IL VERDETTO

Mascarpone Conad# 5 Mascarpone Conad

Dicitura sul fronte: latte italiano 100%, senza conservanti
Formato: 250 g
Ingredienti: crema di latte, latte, correttore di acidità: acido citrico.
Prodotto per Conad S.C. Via Michelino 59 Bologna, dal Consorzio Latterie Virgilio, Società Agricola Cooperativa, Viale della Favorita 19, Mantova.
Presenti i valori nutrizionali.

– Giudizio: non so quanto possiamo definirlo mascarpone, ho l’impressione che sia un altro genere di prodotto.
– Packaging: grafica e colori rimandano a Galbani.
– Aspetto visivo: sfumature di color paglierino.
– Consistenza: il più compatto del gruppo, tende a essere grumoso.
– Sapore: si avvicina alla crema di formaggio, sul finale una lieve punta di acidità.
– Prezzo: € 8,16/al kg quindi € 2,04
– Rapporto prezzo/felicità: coerente, il più economico si piazza quinto.
– In breve: Philadelphia più che Mascarpone.
Voto 4

mascarpone galbani# 4 Mascarpone Santa Lucia Galbani

Dicitura sul fronte: Senza conservanti, prodotto in Italia
Formato: 250 g
Ingredienti: crema di latte, latte, correttore di acidità: acido citrico.
Prodotto da S.p.A. E. Galbani – Melzo – Stab. di Piazza Stazione 5 – Giussago (PV)

– Giudizio: il sapore delude più di quanto mi aspettassi.
– Packaging: 30 anni fa sarebbe stata una grafica improbabile, figurarsi oggi.
– Aspetto visivo: il bianco vira verso il color paglierino.
– Consistenza: non è cremoso come dovrebbe, lo trovo abbastanza solido.
– Sapore: molto burroso, prevale il dolce, sul finale ha un retrogusto amarognolo. La pastosità è eccessiva.
– Prezzo: € 11,12/al kg quindi € 2,78
– Rapporto prezzo/felicità: decisamente il peggiore.
– In breve: lascia l’amaro in bocca.
Voto 5

Mascarpone Mila# 3 Mascarpone Mila

Dicitura sul fronte: senza OGM, qualità Sudtirol
Formato: 250 g
Ingredienti: panna fresca pastorizzata, latte fresco pastorizzato, correttore di acidità: acido citrico.
Prodotto in Italia, Mikon Soc. Agr. Coop. – stabilimento di Brunico, Via Falzes 19 (BZ – Italia).

– Giudizio: gustoso ma troppo dolce, al limite del fastidioso.
– Packaging: grafica alpina Heidi-style
– Aspetto visivo: il più paglierino e colorito della competizione.
– Consistenza: avaro di cremosità ha un aspetto abbastanza compatto.
– Sapore: burroso, domina la dolcezza che dopo un po’ stanca.
– Prezzo: € 8,76 /al kg quindi € 2,19
– Rapporto prezzo/felicità: appropriato
– In breve: smielato.
Voto 5,5

Mascarpone italiano Virgilio# 2 Mascarpone Italiano Virgilio

Dicitura sul fronte: senza conservanti
Formato: 500 g
Ingredienti: crema di latte, latte – correttore di acidità: acido citrico.
Prodotto e confezionato in Italia da Consorzio Latterie Virgilio, Società Agricola Cooperativa, Viale della Favorita 19, Mantova.
Ulteriori info: il Mascarpone Italiano Virgilio è prodotto con crema di latte e latte provenienti esclusivamente da allevamenti nazionali.

– Giudizio: produce anche il mascarpone Conad ma questo è un prodotto migliore, un po’ penalizzato dal sapore vagamente acidulo.
– Packaging: grafica bucolica e semplice senza eccessi.
– Aspetto visivo: il più bianco e pallido della comitiva.
– Consistenza: buona, cremosa e morbida al punto giusto.
– Sapore: un po’ anonimo, prevalgono le note acidule, non a caso ricorda lo yogurt.
– Prezzo: € 9,30/al kg quindi € 4,65
– Rapporto prezzo/felicità: troppo caro.
– In breve: quasi yogurt.
Voto 5,5

Mascarpone Cremoso Granarolo# 1 Mascarpone Cremoso Granarolo

Dicitura sul fronte: senza conservanti, solo panne italiane
Formato: 500 g
Ingredienti: crema di latte, latte fresco pastorizzato (24%). Correttore di acidità: acido citrico.
Prodotto e confezionato da: Granarolo S.p.A., Via Cadriano 27/2 – Bologna.
Ulteriori info: l’unico approvato dai maestri pasticceri (Accademia Maestri Pasticceri Italiani)

– Giudizio: il migliore del test, sapore delicato che lascia percepire la panna.
– Packaging: senza fronzoli.
– Aspetto visivo: bianco con leggerissime sfumature paglierine.
– Consistenza: cremosa e soffice.
– Sapore: fresco di panna, molto delicato e gradevole al palato.
– Prezzo: € 9,18/al kg quindi € 4,59
Rapporto prezzo/felicità: il migliore.
– In breve: ricorda il mascarpone
Voto 6,5

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO

Mascarponi un po’ anonimi e tra loro indistinguibili, privi dello scatto proprio della produzione artigianale buona anche solo da prendere a cucchiaiate. Fa eccezione Granarolo che vince il test con una crema buona e a prova di tiramisu. E ora scusate, conclusa l’ingozzata, depenno il mascarpone dalla mia dieta per un mese almeno.

mascarpone a confronto

Chi tra di voi ha mai comprato mascarpone al Super, e di quale marca?

Dimenticavo, il tiramisu!

tiramisu con mascarpone