di Massimo Bernardi 9 Agosto 2011

Presente quando per smaltire la vista di una donna incinta che addenta avidamente un hot dog, ruminiamo pensieri tipo “Oh no! Da grande quel bambino mangerà da McDonald’s!”. Sta’ a vedere che un po’ di ragione l’abbiamo. Un nuovo studio ha scoperto che le donne in gravidanza immergono i bimbi nei sapori, cosa che influenza il loro palato per sempre.

Quindi se tra di voi, gastrofanatici impenitenti, qualcuno teme il figlio degenere, ecco, che si organizzi a tempo debito.

Vaniglia, carota, aglio, anice, menta. Per scoprire come si trasmettono questi e altri sapori, la ricercatrice Julie Mennella, i cui studi sono stati pubblicati dalla rivista Pediatrics, ha somministrato capsule d’aglio oppure di zucchero alle future mamme prima di prelevare un campione del loro liquido amniotico. Che ha quindi chiesto di annusare a un gruppo di persone.

Quali campioni sono stati riconosciuti immediatamente? Che domande, i campioni delle donne che hanno mangiato aglio.

Ma non è solo una questione di liquido amniotico o latte materno aromatizzati dal cibo, il “ricordo” di questi sapori si forma nei bimbi prima ancora che nascano. Portando inevitabilmente a una preferenza per certi odori o alimenti. In altre parole, il figlio di una donna avida di hot dog quando era incinta, potrebbe davvero trovare sensato pasteggiare da McDonald’s. O al contrario, il figlio di una donna ben alimentata durante la gravidanza –molta verdura, pochi grassi e modiche quantità di carboidrati — potrebbe essere orientato verso una vita più salubre.

Se dipendesse da voi la scelta di instillare il gusto per gli alimenti, quali scegliereste? Io, beh, direi, broccoli, carote, frutti di bosco e altre cose scelte tra le più meno compromettenti. Ma dopo? Dopo mi sentirei terribilmente in colpa per non aver instillato il gusto di sapori fondamentali: ossignore la pasta, la carne, qualche salume peccaminoso, il cioccolato, IL LATTE CONDENSATO.

Devo ripensarci, sono combattuto.

Nel frattempo sentiamo voi: qual è la vosta combinazione vincente.

[Crediti | Link: Npr. Immagine: Stockphoto. Via: Gawker]