di Fabrizio Pagliardi 20 Maggio 2011

Ti vengono in mente sia la fame CHIMICA attribuibile all’usanza giovanile di fumare saltuariamente sigarette artigianali aromatizzate con essenze indiane. E pure quella ALCOLICA, risultato di infiniti aperitivi scortati da tartapatatine che ne amplificano l’eco nello stomaco. Finalmente sei a casa, apri il frigo, quello mezzo vuoto da studente fuori sede, inforchi gli occhiali da sole per non essere abbagliato dalla luce bianca e salivante osservi:

— un sedano stanco morto

— un pomodoro muffo

— una carota moscia e rincoglionita

— mezzo limone secco

— due uova centenarie

— una buccia di parmigiano erborinato

— due fette di prosciutto deperito 24 mesi (di frigo)

— qualche salsa passabile

— un barattolino con dentro un’acciuga sott’olio

— briciole varie

— birra a volontà.

Allora corri in dispensa:

— sale q.b.

— 6 pacchi di pasta in diversi formati per un totale di un’etto e mezzo

— delle fette biscottate e biscotti rotti

— una scatoletta di tonno

— zucchero

— una scatola di fagioli

— un barattolo di miele di quella volta (sì, ma quando?) che avevi deciso di mangiare sano

— una salsa pronta alle vongole Cirio

— una ciccolata fondente curiosamente bianca

Non resta che il congelatore:

— Ghiaccio, e una bottiglia di vodka.

Desolante. Ma bisogna inventarsi qualcosa e il Bottura che è in te, scansando i fumi dell’alcol in uscita dalla mente ottenebrata, ha già visualizzato nell’ordine: Insalata di tonno fagioli e biscotti rotti sbriciolati. Pasta mista spezzata in brodo di crosta di parmigiano ben lavata, scotta in modo da far volume e condita con il sugo di vongole. Club sandwich di fette biscottate con salsa rosa tonno e recupero di pomodoro muffo a fette….

A chi non è capitata, almeno un vola, una cosa del genere? Poi il tempo passa, si cresce, le cose cambiano.

Ma se oggi, non per modo di dire, questa notte stessa, vi capitasse di tornare a casa a un’ora improbabile in preda alla vera FAME TOSSICA, viste le condizioni del vostro frigo (+ dispensa + congelatore) cosa potreste prepararvi?

Beh, a me non andrebbe male, guardate: