di Chiara Cajelli 5 Febbraio 2020
tonno che nuota

Che bontà, il tonno! A noi piace in tutte le salse ma oggi ci focalizziamo su tutte le varietà in commercio: dal tonno bianco, al tonno a pinne gialle, o ancora al tonno rosso… tutti da scoprire e da assaggiare.

Tonno a pinne gialle

Il tonno a pinne gialle (Yellowfin Tuna) è il più consumato e generalmente il più apprezzato. Il suo nome è giustificato proprio dalla caratteristica colorazione gialla sulla punta delle pinne, che lo rende immediatamente riconoscibile. La media generale della lunghezza di un tonno a pinne gialle è di un metro o poco più, per circa 40 kg di peso, ma esistono molto esemplari anche ben più grandi e pesanti (segnalano addirittura due metri di lunghezza per 130 kg di peso). La carne del tonno a pinne gialle è abbastanza chiara e rosata, e sul mercato è considerata di qualità mediocre rispetto ad altre tipologie di tonno ben superiori.

Tonno rosso

A proposito di tonno qualitativamente superiore, il tonno rosso (o Bluefn Tuna) è di gran lunga il più pregiato al mondo. A caratterizzarlo è la carne molto rossa e scura, dal sapore molto intenso e dalla consistenza compatta ma tenera. Questa varietà di tonno può generalmente arrivare a tre metri di lunghezza, per pesare fino a 600 kg. Il tonno rosso si riconosce per la coda a semiluna.

Rosso del Mediterraneo, dell’Atlantico, del Pacifico, del Sud Africa

Esistono diverse tipologie di tonno rosso: proveniente dal Mediterraneo, dal pacifico, dall’Atlantico e dal Sud Africa. Sono tutte qualitativamente eccellenti ma, purtroppo, quasi tutte a rischio estinzione (soprattutto quella del Sud Africa). Nel Mediterraneo, proprio per quest’ultima ragione, sono localizzati numerosi allevamenti. Il Giappone, che ha il tonno rosso come alimento base della cucina tradizionale, pesca ancora il tonno selvatico.

Tonnetto striato

Il tonnetto striato è una delle varietà più diffuse e in Giappone è un vero e proprio must. Si tratta della varietà di tonno più pescata al mondo e particolarmente utilizzata per il consumo in scatola. La carne è di colore rosato scuro, e non è paragonabile come qualità ai tonni precedentemente menzionati. In Italia è comune in Sicilia e a Lampedusa, mentre in altre zone del mondo è comunissimo: in Giappone si chiama katsuo ed è consumato sia affumicato che essiccato in scagliette (katsuobushi).

Tonno bianco o alalunga

Il tonno bianco o Alalunga Tuna è considerato una varietà di tonno molto pregiato. Il suo nome è dovuto all’aspetto: le pinne pettorali sono a forma di sciabola, molto lucenti, e la carne è molto chiara con striature di un tosa molto tenue. Rispetto al tonno rosso è molto più piccolo, e le sue carni sono anche molto meno grasse. Del tonno bianco, poi, sono molto apprezzate anche le uova.  Sono molto apprezzate anche le sue uova.