Uova a colazione, come mangiarle?

Io sono una vera e propria sostenitrice della colazione salata, sia per gusti personali – l’odore di cappuccino e brioches al mattino mi mette la nausea – sia per esigenze fisiche mie. Proprio per queste esigenze fisiche – che comprendono il tenere a bada i picchi glicemici e mettere bene in moto il metabolismo – in molti consigliano un paio di volte a settimana le uova a colazione, ma come mangiarle? Continuate a leggere, ricettine in arrivo: buova colazione!

uova-colazione

Uova all’occhio di bue

Le uova all’occhio di bue sono un classico, molto veloce da fare al mattino e da abbinare a pane tostato e spremuta di un frutto. Scaldate una padella antiaderente e rompete delicatamente al centro un uovo intero; coprite con coperchio e, quando l’albume sarà cotto, le uova saranno pronte. Dato che il tuorlo rimarrà praticamente crudo, è indispensabile usare uova fresche.

Uova alla coque

L’uovo alla coque è la versione “in guscio” dell’occhio di bue, e lo si serve ugualmente con pane tostato, caffè nero e yogurt naturale. Basta far bollire per 3 minuti un uovo e gustarlo rompendone una sola estremità: al suo interno troverete l’albume crudo e l’albume appena cotto.

Uova strapazzate

O scrambled eggs, alla english. Sono uova cotte in padella, ma rompendole con una frusta o un cucchiaio. Le si può rompere prima di metterle il cottura, sbattendole con un paio di cucchiai di panna o latte. Si condiscono poco, ma volendo possono essere arricchite con sale e pepe. Ne esistono di due tipi ed entrambi si servono con bacon croccante, pane tostato e caffè.

uova-colazione

Consistenti

Le uova strapazzate consistenti sono quelle che si fanno cuocere completamente in padella, mescolandole in continuazione fino a renderle asciutte.

Baveuse

Se invece le lasciate cuocere parzialmente, ovvero lasciandole morbide, si chiamano “baveuse”: il sapore non cambia ma sono più appetitose in un toast.

Croque madame, per campioni

Una bontà inimmaginabile, non da preparare “al volo” ma soddisfacente come poche altre cose. Si tratta di un toast con formaggio, prosciutto e uovo all’occhio di bue. Allora. Componete un toast con fetta di prosciutto e formaggio, quindi spennellatelo con del burro fuso e fatelo tostare per bene in una padella antiaderente, su entrambi i lati. A parte, fate un uovo all’occhio di bue e sovrapponetelo al toast appena prima di servirlo.

uova-colazione

Omelette

L’omelette è una pietanza perfetta anche per il brunch, ed è una sorta di frittata che in Francia va per la maggiore. La forma tipica è a bussolotto ed è caratterizzata da un esterno compatto e un interno cremoso e baveuse. Può essere liscia, o farcita con prosciutto e formaggio. Per farla, sbattete le uova con formaggio grattugiato e fate cuocere in una padella con una noce di burro. Mentre cuociono, ponete al centro formaggio e prosciutto, proprio dove le uova sono ancora crude. Piagatela ora a bussolotto: con due lati opposti sovrapposti sul ripieno, e capovolgendola poi tramite dei decisi colpi di padella in modo da sigillarne la forma.

Uova alla Benedict

Amici miei, questa leccornia è unica ed inimitabile. Molto calorica, è a base di bacon o salmone, uova in camicia e salsa olandese.

La salsa olandese

Preparate una base di acqua, aceto, sale, pepe. Trasferite il composto in pentola e a questo punto, a bagno maria, sbattete il composto con i tuorli fino a far addensare tutto. Versate del burro fuso (chiarificato è meglio) a filo e sbattendo come per montare la panna. Dopo 6 minuti, aggiungete succo di limone. Salsa pronta.

Uovo in camicia

Portate a bollore abbondante acqua con dell’aceto e, una volta raggiunto il bollore, mescolate con un cucchiaio per creare un vortice. Rompete l’uovo in una ciotola, senza romperlo, quindi immergetelo delicatamente al centro del vortice. Appena emerge, con un cucchiaio ruotatelo su se stesso e attendete un paio di minuti. Scolatelo.

Non vi resta che comporre: base pane tostato, salmone affumicato o bacon croccante, uovo in camicia e salsa olandese. Addio a tutti.

uova-colazione

Pancakes di soli albumi

I pancakes sono un classico da servire con sciroppo d’acero, miele o cioccolato fuso. Si possono fare dei buonissimi pancakes usando solo albume montato a neve, poca farina (che può essere anche di grano saraceno quindi senza glutine), un goccio di latte, zucchero e un pizzico di lievito se volete. Sostanziosi e con una buona percentuale proteica!

Direi che le uova le abbiamo, l’acquolina pure, e la colazione è una cosa di tutti i giorni. Possiamo testare tutto!

Avatar Chiara Cajelli

14 Aprile 2019

commenti (5)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar es ha detto:

    Per fare gli splendidi con l’inglese si scrive “scrumbled eggs”, con la “u”? Mi viene da dire “EPIC FEIL!!!”.

    1. Avatar Chiara Cajelli ha detto:

      Mah, nessuno ha fatto “lo splendido con l’inglese”: si è solo fatto un errore. Teic it isi e grazie per la segnalazione!

  2. Avatar Mario ha detto:

    Non sottovalutrei l’uovo sodo, preparato la sera prima.
    P.S. adoro le uova sode, quindi forse non faccio testo.
    Ciao

    1. Avatar Chiara Cajelli ha detto:

      Hai ragione, Mario! 🙂