di Prisca Sacchetti 5 Giugno 2014
Hell's Kitchen Italia, foto, scandalo

Chi ha vinto Hell’s Kitchen Italia, versione nostrana del talent culinario reso celebre da Gordon Ramsay e condotto per Sky da Carlo Cracco? Quale degli aspiranti executive chef ha mostrato più talento, rigore, pulizia, precisione, passione e autocontrollo? Lo sapremo stasera, naturalmente, una volta conclusa la finale della prima edizione, combattuta sino alla proclamazione del vincitore.

Un momento. Dobbiamo aspettare l’ultima puntata di Hell’s Kitchen Italia o… lo sappiamo già?

Perché se, come pare, a prevalere sarà la docile Francesca Fogliata, potrebbe trattarsi di una vincitrice predestinata. Che non sembri ingeneroso, la 19enne di Chiari, provincia di Brescia, ha messo in mostra perizia, simpatia e volontà per tutto il talent culinario, ma a giudicare da una foto postata ieri su Facebook i giochi non sono solo fatti (il programma è registrato) ma anche scoperti.

Il protagonista del caso che rischia di rovinare la sorpresa all’audience della finale, che Sky si augura numerosa, è uno di casa su Dissapore, Iginio Massari, re italiano dei pasticceri, bresciano pure lui e per sovrappiù amicone di Carlo Cracco, giudice supremo di Hell’s Kitchen Italia.

Cos’ha fatto Massari per scatenare la rabbia e (forse) le avventate conclusioni del cosiddetto popolo di Facebook? (Okay, vado di fretta, alla prossima prometto un’altra definizione).

Ha caricato nel suo profilo la foto di un festoso dopo-cena alle cantine Bellavista in Franciacorta, dove si vedono una raggiante Francesca che alza il pollice in segno di okay, lo stesso Massari e due chef diversamente noti, Stefano Cerveni del ristorante Due Colombe al Borgo Antico in provincia di Brescia, e beh, Bruno Barbieri non c’è bisogno di presentarlo, giusto?

Ora, fare 1 + 1 semplicistici sarà anche la specialità di chi frequenta Facebook ma l’interpretazione della foto è sembrata chiara ai più.

«Spero che questa foto non ci sveli chi ha vinto Hell’s Kitchen» ha commentato Matteo M.
E ancora: «Non è giusto. Adesso è inutile guardare la finale di Hell’s Kitchen».
Oppure: «Mi sembra quasi di tornare indietro nel tempo quando a Masterchef vinse il dottorino grazie alle sue “spinte” mah vabbè».

L’insistenza dei commentatori ha costretto Iginio Massari a spiegare il retroscena della foto:

«Premesso che ho preso questa foto da Twitter ( quindi pubblica) e premesso che sono quasi sempre via per lavoro( quindi ho poco tempo per guardare la tv) vi invito a non pensare sempre male. Grazie».

Poi in una rocambolesca successione è intervenuta la stessa Francesca Fogliata:

«Vorrei aggiungere a quello che ha scritto il maestro, che mi trovavo li non come “Francesca di Hell’s kitchen” e non per merito del programma, ma ho avuto la fortuna di partecipare a questa serata come Francesca aiuto cuoco a fianco di Stefano Cerveni. Dunque questa foto non rivela niente del programma».

Molti i commenti a favore di Francesca che grazie a Hell’s Kitchen ha sviluppato una base di fan piuttosto accanita:

«Francesca meriterebbe sicuramente di vincere, brava, modesta, simpatica. Per me è la migliore». 
E ancora Roberto Cosentino: «Volevo ricordare ai mal pensanti che la nostra Francesca fa la cuoca di mestiere e siccome è anche molto brava è stata chiamata a collaborare per questa bellissima cena aziendale».

E dunque a chi credere?

1) Al guru della pasticceria nazionale, di solito così lontano dalle piccolezze del genere umano?

2) A Francesca Fogliata, l’aiuto cuoco che dopo una fase iniziale d’insicurezza ha sfoderato la grinta necessaria per il ruolo di executive chef nel primo ristorante Hell’s Kitchen del mondo, già pronto a Forte Village in Sardegna?

3) Ai diffidenti frequentatori di Facebook che citando antiche glorie politiche nazionali sembrano suggerire che a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina? 

PS. Come se non bastasse sapere prima della finale che Suor Cristina ha vinto The Voice.

[Crediti | Link: Corriere Brescia, Facebook, immagine: Twitter]