guido martinetti, grom, candidato, pdl, silvio berlusconi

Ma è vero? Proprio vero? Il tono per metà affranto per metà sorpreso descrive più di mille parole la preoccupazione che Guido Martinetti, quel concentrato di occhi azzurri, aria da primo della classe e judelawismo (cit.) che ha fondato Grom, la catena di gelaterie da 400 dipendennti e 30 milioni di euro in 9 anni, possa prendere seriamente l’idea di Silvio Berlusconi: “sondaggiarlo” e candidarlo per il Pdl alle prossime elezioni.

Secondo Il Corriere della Sera, che ha sentito Martinetti, quel tono appartiene all’amica che ieri lo ha informato delle intenzioni dell’ex premier anticipate da Libero. Ma pure, confermiamo noi, a molti esponenti del cosiddetto gastrocosmo, sbalorditi dalla novità.

E comunque, cos’ha detto al Corriere l’imprenditore che, ormai è confermato, “buca il video”? Riassumendo:

1. Che Silvio Berlusconi fosse rimasto folgorato dalla sue apparizioni a Le invasioni Barbariche o a Matrix non lo sapeva. Non l’ha mai incontrato e nemmeno parlato con la sua segretaria. “Sondaggiato” a sua insaputa.
2. Ha votato Berlusconi nel 1994, aveva 20 anni. Lo trova simpatico e divertente ma come primo ministro ammette che non abbia fatto un buon lavoro.
3. Promuove invece l’ex sindaco di Torino, Chiamparino, “bravissimo”. Mentre dell’attuale, Fassino, dice che “non sa emozionare le persone”.
4. Monti comunque “sta lavorando bene”.
5. Delle sue prerogative da candidato politico dice di sapere che funziona bene in Tv, perché diretto, amante della verità non della piaggeria.
6. Non si candida PER ADESSO. In futuro perché no. Un politico di professione può anche essere manager, ma alla politica si deve dedicare davvero, “non come fanno i parlamentari che in aula ci stanno 3 giorni alla settimana”.

Questo il distillato del Martinetti-pensiero in caso qualcuno tra voi fosse seriamente intenzionato a votarlo. Tanto, ora che la politica per rilanciarsi sonda figure spendibili della società civile, aspettiamoci prossime candidature tra le celebrity del mondo gastronomico.

A proposito, nomi credibili da proporre?

[Crediti | Link: Corriere.it, Libero. Immagine: Corriere]

commenti (29)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Ha votato B. ed ancora sostiene Chiampa ‘Olympic dept is coming’ Rino. Se pagasse di tasca sua il debito del Comune potrei forse iniziare ad andare da Grom.

  2. bene! il motivo per cui boicottero’ a prescindere Grom non e’ il costo della panna aggiuntivo, ma semplicemente il fatto che il padrone sia un bananas…

    1. lo si potrebbe perdonare se si stesse vergognando da morire. Non mi pare lo stia facendo…

    2. Avatar razmataz ha detto:

      è proprio a 20 anni che non si dovrebbe votare uno come b.
      (oddio, pure dopo)

    3. Avatar gumbo chicken ha detto:

      Infatt.! Un ventenne affascinato dal sorriso faccia di cera, bandieroni sventolatnti e foorza itaaalia, senza neanche avere l’accento lombardo dalla nascita è veramente preoccupante! 🙂

      Del resto, massimo apprezzamento per le doti imprenditoriali, ma per il resto bucherà lo schermo per la barbetta e/o l’occhietto azzurro, non certo per quello che dice!

    4. invece io apprezzo la sincerità, in italia oggi, come era già successo per la DC, NESSUNO ha votato berlusconi, ti sembra plausibile? in realtà berlusconi l’hanno votato in tantissimi solo che oggi in pochissimi hanno il coraggio di dirlo.
      che poi, non è che chi ha votato prodi o fassino sia stato un genio, eh.

    5. SIAMO MESSI MALE.

      se la destra di un grande paese cerca i
      propri candidati fra chi ” buca il video”.

      se a guidare tutta l’operazione è colui che ci ha governato per tantissimi anni e ci ha portato sul baratro.

      se conta sempre più l’apparenza che la sostanza.

      se conta di più aver avuto fortuna con i gelati,o L ‘ ESSERE.

      se la destra italiana non riesce a liberarsi da simili personaggi.

    6. uno che parte da zero e in nove anni fa 30 milioni di euro non è uno che “ha avuto fortuna con i gelati” ma è un imprenditore di grande talento, per questo la politica lo cerca, perchè è un vincente.
      e questo non c’entra niente con la politica dell’apparenza, qui stiamo parlando proprio di sostanza.

    7. Beh, se è questo il criterio, B. ne ha fatti molti di più.
      Perciò il disastro che lascia alle spalle è grande.
      Io credo che la destra meritidi più, pensando a Gobetti, a De Gasperi, solo per citarne alcuni.
      Gianluca sempre con stima

    8. infatti B. è stato votato e ri-votato proprio in quanto uomo di successo. sulle masse il successo funziona.
      ma non è solo una prerogativa di destra, se guardi di là c’è illy, è lo stesso meccanismo mediatico.

    9. Avatar Giada ha detto:

      Se la finiste di morire d’invidia e disprezzare chi arriva al successo anche per MERITI personali…..

    10. infatti! A 70 anni si puo’ capire (l’eta’), tra i 40 e i 60 anche (l’evasione fiscale a go-go), ma chi ha 20 anni e ha preferito lo psiconano anche alla piu’ deleteria ideologia di destra o sinistra e’ veramente un povero individuo….

    11. Avatar g.m. ha detto:

      Dici? A guardare dove è arrivato, rimboccandosi le maniche senza stare lì ad aspettare il posto fisso o a farsi mantenere da mamma e papà, non lo chiamerei tanto poveretto! Ce ne fossero…!

  3. Avatar bstucc ha detto:

    Bah! Visto l’affollamento televisivo, è prevedibile che un qualsiasi giramestolo prima o poi si butti in politica. Strano che tardino così tanto.

  4. Avatar anto ha detto:

    Per favore lanciamo una campagna contro le sopracciglia ritoccate, non si guardano!

  5. Io ve lo dico, se si candida Vissani, in qualunque partito, é la volta che emigro, o mi butto alla macchia!

  6. “Un politico di professione può anche essere manager, ma alla politica si deve dedicare davvero, “non come fanno i parlamentari che in aula ci stanno 3 giorni alla settimana”.” (cit.) Quindi il manager dovrà abbandonare la gestione di Grom se vuole fare politica dura e pura come dice qui… ma sarà pronto a farlo? In più con tutti quei giovani che studiano e si impegano per cercare di “sfondare” in politica dovrei votare uno la cui aspirazione è stata tutt’altro?

  7. A costo di apparire vecchio e fuori moda, non sono per niente d’accordo sul fatto che uno che ha avuto successo a fare l’imprenditore sia in grado di fare politica nel senso più nobile e ormai un po’ dimenticato del termine, e sia in grado soprattutto di governare un paese. Voglio che mi dica che cosa intende fare per tutta una serie di problemi e poi deciderò se votare lui o qualcun altro.
    Sono 20 anni che in politica è stato introdotto questo criterio buono per scegliere venditori di tappeti, enciclopedie o Folletti, è ora di tornare a scegliere le persone per idee, capacità e competenze.

    1. Non sei solo, Gipo.
      Il guaio è ,che purtroppo, sono ancora tanti quelli
      che si lasciano affascinare dai venditori di tappeti.

    2. @vincenz
      un grazie sentito.
      a volte uno si fa prendere dallo sconforto e una buona parola aiuta…. 🙂

  8. @Gianluca 15,39
    Concordo.Nel frattempo abbiamo chiamato al capezzale del grande malato,Insigni Tecnici, ma sembra
    che non funzioni abbastanza.
    Non hanno un’Anima ed un popolo ,in difficoltà ,avrebbe bisogno di un Mahatma (Grande Anima).
    Ma noi siamo “più seri ” degli Indiani.
    Noi ci accontentiamo di un Comico.
    Ciao.

  9. Avatar Mauro ha detto:

    Spero

    Che Berlusconi vada a casa il prima possibile, che alle prossime elezioni lui e i suoi abbiano una débacle totale, vengan cancellati.
    Che gli italiani, dopo la sbornia, dopo 10 anni di paese dei balocchi, siano meno ingenui, più saggi, più preparati, che abbiano recepito in pieno l’insegnamento su Berlusconi del grande maestro e cronista che fu Montanelli

    Martinetti in politica? in Italia abbiamo giovani più adatti, ma che sia meglio di tanti politici è fuor discussione

    1. Avatar Mauro ha detto:

      Dimenticavo e non me ne vergogno, ma ho votato Berlusconi, per quello che diceva (liberalizzazioni, riforma fiscale, riforma della pubblica amministrazione, ecc…) ma come tanti altri che appartengono a quella cultura politica sono totalmente deluso

      Giudico i politici per quello che hanno fatto, ho dato lui una chance