di Prisca Sacchetti 16 Gennaio 2014
Maniaco seriale di Philadelphia

Sembra proprio che per le strade di Philadelphia (cit.) si aggiri un maniaco che ha portato le molestie sessuali a un nuovo e più gastronomico livello. Guarda le donne nei parcheggi, mostra il pene e del formaggio svizzero, forse groviera Gruyère forse no, chiede di essere masturbato.

Il sospettato, sulla quarantina, sovrappeso, ribattezzato dai poliziotti “sweet cheese pervert” (il pervertito del formaggio dolce), è stato visto in più occasioni guidare un auto nel quartiere di Mayfair mentre con i genitali esposti sventola una fetta di formaggio. Avvicinata la vittima di turno, l’uomo offre 50 dollari per compiere atti sessuali usando la fetta.

Nel frattempo, il maniaco è stato riconosciuto come “Chris”, l’utente che anni prima, in chat, aveva richiesto la stessa prestazione a una donna iscritta al sito d’incontri Ok Cupid.

Ho provato diversi tipi di formaggio, provolone, cheddar, anche formaggi americani, ma il migliore è quello svizzero“, avrebbe confidato Chris alla donna, “soprattutto per l’occhiatura (i caratteristici buchi del Gruyère, ndr) e la consistenza“.

Secondo un giornalista del Philadelphia Magazine in queste ore il masturbatore seriale sarebbe stato identificato e rintracciato.

Ecco un’altra foto degli avvistamenti:

Il maniaco di Philadelphia

[Crediti | Link e immagini: Daily Mail]