di Prisca Sacchetti 8 Aprile 2014
Pasti a domicilio

E se il picnic di Pasquetta lo ordinassi? Capitemi, non sono Cenerentola che deve solo essere bionda e principessa, o la Bella Addormentata salvata da qualcuno sopra un cavallo bianco. Pensatemi come una multitasker suprema: caffè e computer, posta sullo smartphone e radio accesa, telefono e fornelli. Poi uno dice: non sa cucinare.

Questo fa di me la cliente ideale dei servizi che consegnano cibo a domicilio.

Di quelli che non lo brutalizzano in modo irreparabile, e che possibilmente lo progettano intorno alla consegna. Insomma ordino.

Per questo ho trovato molto utile un articolo di Dove, numero in edicola, sul cibo cotto e portato, ordinato e consegnato nella scatolina eco. Anche a casa, non solo in ufficio.

stecchi di verdura

Per dire, un picnic chic per il 21 aprile (Pasquetta) potrei ordinarlo da Innocenti Evasioni di Milano: dalla tigella al rosmarino con carciofi, allo sformato di colomba paquale, il pranzetto costa 28 euro, birra artigianale a scelta compresa.

Il Vivi Bistrot di Roma ha un famoso cestino con packaging biodegradabile. Dentro, bocconcini di pollo e verdure thai, baguette con porchetta d’Ariccia e birretta. Si parte da 6 euro. Prenotandolo si può avere il Lunch party in the park per 10 persone, con consegna nel verde di Villa Pamphili, tovaglie e plaid compresi.

Picnic a domicilio anche in versione country.

La Vineria Cozzi nel cuore di Bergamo Alta mette nel cesto di vimini salamella alla brace e pollo al curry, foie gras e risotto ai gamberi, yogurt e cupcake. Da 22 euro.

Cascina La Maddalena, bed and wine di Rocca Grimalda (Alessandria), infila nello zainetto termico pane della casa, bicchieri e posate, la Barbera di famiglia, salame, soppressata, lonza, caprini e tome. A 15/20 euro.

Cestini della verdura

bacheca degli ordini

C’è anche una lista di siti dove ordinare i menu d’asporto. In questo caso si deve distinguere tra i servizi che “raggruppano” le ordinazioni di più ristoranti – dove il valore aggiunto offerto sono uno scooter e un sito Web – e le strutture che fanno delivery in proprio. Di solito si paga con la carta di credito online, o in contanti alla consegna. Eccone 12 sparse per l’Italia.

Zero briciole. Un trionfo di packaging e food design. Occhio ai fritti su stecco, potrebbero rivelarsi letali per la vostra carta di credito. Prezzi: piatti da 7 euro, spuntini da 3. Via L. Papai, 18 a Milano. Consegne: Ubm.

Viva buonofresconaturale. Succhi, insalate, zuppe e tramezzini. Il buono e il fresco dalla colazione (ci sono anche pane e marmellata) alla sera. Prezzi: piatti unici da 6,50, zuppe da 5,20. Via Correnti 20 a Milano. Consegne Ubm.

Panificio Nazzareno. Cucina romana remix nel forno di quartiere. Pasta, pizza, polpette e cicoria, mentre l’amatriciana arriva col sugo a parte. Prezzi: set lunch con primo, secondo e contorno da 15 euro. Piazale Ponte Milvio 35 a Roma. Consegne a cura del locale, anche take-away con un euro in meno.

Zoc. Sapori etnici dal mercato di piazza Vittorio e piatti caldi romani per cene a domicilio da assemblare e scaldare. Prezzi: pranzo da 8 euro, cene da 30. Via delle Zoccolette 22 a Roma. Consegne: Maggiordomus.

Antichi sapori. Da salumeria di quartiere a ristorante della tradizione. Attrezzato per consegne a casa, anche di menu giornalieri. Prezzi: 20/30 euro. Consegne: in proprio.

Ferrelli a Milano. Ossobuco con polenta taragna. Anche la trattoria vintage con cucina meneghina è delivery. Prezzi: 35 euro. Via Farini 6 a Milano. Consegne: Buonappetitomilano.

Panama. Il ristorante del residence lungomare rinomato per il pesce fresco, le ricette liguri, i prodotti locali, anche presidi Slow Food. Prezzi: 35 euro. Via Brennero 27 ad Alassio (SV). Consegne: a cura del locale, senza sovrapprezzo.

Vivandiera Veneziana. Due ragazze che dal 2011 consegnano pranzi bio portati a piedi nello zaino termico. Prezzi: per ordinazioni entro le 10, sconto del 10 per cento. Cannareggio. Consegne: in proprio.

Tortellino Bologna. Il tortellino da passeggio, sia alla panna che in brodo, e i piatti della tradizione bolognese. Anche take-away. Prezzi: bicchiere di tortellini 8 euro. Via Battisti 17 a Bologna. Consegne: gestite dal locale senza sovrapprezzo.

M’ama. Cucina di terra e di mare sulla Costiera, con le erbe dell’orto. Prezzi: 30 euro, nessun sovrapprezzo per la consegna. Consegne: gestite dal locale.

Bianca. Ristorantino chic con menu stagionali cucinati dallo chef e recapitati a casa. Prezzi: 50/60 euro. Via Panizza 10 a Milano. Consegne: Bacchette e forchette.

La cucina da asporto. Riso al salto, insalata di cavolo nero, arancini, cuscus: la neogastronomia cucinata dallo chef, anche su ordinazione. Prezzi: primi 6 euro, zuppe 7 euro. Via Monti 27/4 a Milano. Consegne: gratis in zona, 3 euro con Just Eat.

Sushi

PS. So che tra di voi si annidano tifosi imperituri del sushi. Non proprio il candidato ideale per la consegna a domicilio perché decade velocemente una volta preparato. Consiglio This is not a sushi bar di Milano (e dove senno?). Il sushi viene preparato solo dopo l’ordine. A pranzo si sta tra i 10 e i 15 euro, più o meno 30 la sera.

[Crediti | Dove, immagini: Panorama]