13 zuppe dal mondo: un tic molto diffuso da quando imperversa il comfort food

L’argomento è appassionante, ma l’effetto un po’ Cesano Boscone (nel senso dei servizi sociali di Berlusconi).

D-I-M-E-N-T-I-C-A-T-E-L-O.

Tutti i giornali parlano di zuppe, lo ha appena fatto Repubblica, con l’ammirazione e il senso di colpa che si deve al caso gastronomico. Un tempo tristi, sbagliate, allungate con l’Idrolitina o pasticciate con i formaggini Mio, ma adesso mondane, un tic culturale molto diffuso soprattutto da quando imperversa l’espressione “comfort food”. Non più la solita minestra, insomma, ma una più poliglotta soup.

Il nostro motto è: le vere conquiste non te le regala nessuno, vattele a pigliare. Nel caso vogliate prenderci alla lettera, vi diciamo da quale parte del mondo provengono queste 13 zuppe: sapori poco esplorati e francamente irraggiungibili per i nutrizionisti di Uno Mattina. 

Buon riparo dal freddo.

ärtsoppa

1. äRTSOPPA
Svezia

Piselli gialli secchi lessati. Poi, carne di maiale, cipolla, timo e zenzero. A fine cottura senape e porri. Carne servita con la zuppa o a parte.

Bouillabaisse

2. BOUILLABAISSE
Francia

Fumetto con cipolla, porro, aglio, timo, olio e zafferano. Dentro, presci e crostacei. Colato il brodo si serve con crostini e salsa rouille.

Borscht

3. BORSCHT
Ucraina

Salsiccia rosolata e bollita con barbabietole grattugiate. Poi, carote, patate, cavolo e salsa di pomodoro. Si serve con panna acida a parte.

Canja, brasile

4. CANJA
Brasile

Pollo bollito con cipolla, poi sfilettato. Brodo sgrassato e filtrato, prima di aggiungere carote e patate, infine il riso. Da ultimo, prezzemolo tritato.

clam chowder

5. CLAM CHOWDER
Usa

Cipolla e sedano nel burro, poi farina, brodo vegetale, l’acqua delle vongole, panna, alloro e patate a rondelle. Infine, dentro le vongole.

cullen sink

6. CULLEN SHINK
Scozia

Haddock affumicato (simile al merluzzo), bollito con alloro, porro, cipolla, rosolati, poi patate e latte. Si serve con cipollino tritato.

gumbo, louisiana

7. GUMBO

Rosolare aglio, sedano, scalogno. Unire pomodoro, spezie, pepe, succo di limone, polpa e chele di granchio. Bollire e unire le code di gamberetti. Completare la zuppa con foglie di prezzemolo fresco. Alcuni (beati loro) aggiungono pezzi di aragosta o tranci di pesce bianco.

Harira

8. HARIRA
Marocco

Cuocere cipolle e agnello, poi ceci, lenticchie, cucrcuma, zenzero, prezzemolo, corialndolo. Infine, farina con acqua e salsa di pomodoro.

locro de papas

9. LOCRO DE PAPAS
Ecuador

Cuocere le patate nel brodo, aggiungere avocado e queso fresco (un formaggio fresco messicano molto cremoso che può essere sostituito con la ricotta salata). In alcune versioni la zuppa viene completata dalla carne rossa.

Mulligatawny

10. MULLIGATAWNY
Stati Uniti

Tagliare il petto di pollo, cospargerlo nel curry e nella farina, unire la mela e le spezie aromatiche: coriandolo, cumino e cannella, poi succo di limone e panna da cucina. Aggiungere il petto di pollo, rosolare e accompagnare con riso basmati servito a parte.

Okroshka

11. OKROSHKA
Russia

La ricetta originale prevede di aggiungere al Kvas, la tradizionale bevanda di grano nero o segale, fermentata e poco alcolica, un misto di verdure come cipolle, patate lesse e cetrioli, oltre all’uovo e alla carne, meglio se manzo o vitello. Si accompagna con la smetana (panna acida) servita a parte.

pho zuppa

12. PHO
Vietnam

Brodo a base di ossi di manzo o pollo profumato con zenzero, cannella e anice stellato, servito con spaghetti di riso (noodles).

zurek

13. ZUREK
Polonia

Ammorbidire i funghi, metterli in un pentola riempita con l’acqua insieme a cipolla, prezzemolo, alloro, maggiorana. A metà cottura aggiungere la salsiccia. Tolta la salsiccia, unire la zawkas (una base acida ricavata da farina di segale, aglio e alloro tenuti a riposare per 3 giorni in un barattolo).

Rosolare la pancetta affumicata, far bollire le uova. Disporre nei piatti pancetta, salsicce e uova tagliate a rondelle, poi coprite con la zuppa di funghi e alcune fette di pane.

[Crediti | Link: Repubblica, Dissapore]

Avatar Prisca Sacchetti

7 Gennaio 2015

commenti (8)

Accedi / Registrati e lascia un commento

    1. Avatar Giovanni ha detto:

      Oktogon, freddo bestia di gennaio (-15º C): accidenti se ha confortato!

  1. Avatar Gian Battista ha detto:

    Anche tante zuppe thai meriterebbero.. Ma come si fa a citare il Gumbo senza dire che l’ingrediente fondamentale è l’ocra?

    1. Avatar gumbo chicken ha detto:

      Davvero, gumbo senza gumbo non si puòòò! (ad essere precisi ocra con la “c” mi sa che è il colore, meglio andare sul sicuro con okra)

  2. Avatar ILONAXXX ha detto:

    Per il dopo feste, per disintossicare il corpo, io ho provato la zuppa Kichadi, senza peró il burro chiarificato.

  3. Avatar grace ha detto:

    Censurato il mio post innocente anti-okra. Si censura un post su una verdurina, sarà perchè piaceva a maometto.

  4. Avatar ospite_ ha detto:

    Buon riparo dal freddo (cit.)
    Peccato che la okroshka sia una minestra estiva da servire fredda

  5. Lucia Lucia ha detto:

    Il Cullen Shink profuma di nebbia e riempie la bocca di panna e tepore. Incomparabile mangiato mentre fuori diluvia, specialmente sull’isola di Skye.