recensione

Gelateria Giallo Limone a Salerno, recensione: granite siciliane e gusti naturali (per davvero)

La nostra recensione di Giallo Limone, gelateria artigianale di Salerno che merita la vostra attenzione, per il gelato così come per le granite.

Giallo Limone, gelateria

Al netto di posti come Giallo Limone, Salerno ha un triste primato: è il territorio campano con più gelaterie che si spacciano per artigianali.  Sì, che si spacciano: al di là delle roboanti pubblicità e del claim “naturale” straabusato, c’è ben poca materia prima interessante (e su queste pagine l’abbiamo recensita tutta)

Per giunta, i salernitani sono molto gelosi delle proprie gelaterie, e ne fanno motivo di vanto; si reputano i detentori delle migliori in tutta la regione. Se questo da un lato è vero (si vedano le nostre classifiche degli anni scorsi), dall’altro lato le cose non vanno esattamente in questo modo. Detto in altre parole: cari, salernitani, avete alcune tra le gelaterie più buone della Campania, ma non sono quelle che voi pensiate siano.

Giallo Limone, a Salerno, è sicuramente una delle gelaterie migliori in provincia; negli anni è riuscita a guadagnarsi una discreta fetta di clientela proponendo il suo (ottimo) gelato artigianale e una buona scelta di pasticceria.

L’ambiente

Gelateria Giallo Limone; SalernoGelateria Giallo Limone; Salerno

Giallo Limone si trova in Via Angelo Papio, una traversa laterale del corso, nelle immediate vicinanze del Tribunale cittadino. Nato come solo asporto, da qualche anno beneficia di un locale più grande dove ha ricreato un ambiente pop sui toni del giallo, la possibilità di inserire un banco pasticceria, un banco gelato più ampio ed un laboratorio a vista, dove si può occhieggiare la preparazione della frutta per il gelato, delle creme e delle preparazioni di pasticceria come brioche, cassate e crostate varie. Il dehors all’esterno rende la situazione particolarmente appetibile: tutto giallo limone, ovviamente, con sedute e tavoli comodi.

Il personale è gentile, cordiale e preparato sia sul prodotto finale sia sulle materie prime: molti i presidi Slow Food ma, ancor più semplicemente, le primizie da mercato.

L’esperienza, il gelato

Gelateria Giallo Limone; SalernoGelateria Giallo Limone; SalernoGelateria Giallo Limone; Salerno

L’imprinting siciliano è netto. Da assaggiare sicuramente le granite, disponibili in bicchieri di diversa grandezza: imperdibile quella alla mandorla, quella al pistacchio e quella al cioccolato. Combo definitiva che vi riporterà in terra sicula, brioscia col tuppo e granita, a quanto pare molto apprezzata anche dalla clientela.

Il gelato verte principalmente sulle creme: buona la predominanza di quelle al sentore di frutta ed agrumi, discreta la presenza del cioccolato. La lavagna sovraesposta indica da un lato tutti i sorbetti (pochi), mentre le creme prendono la scena. In totale, circa 25 possibilità di gelato differenti. Rispetto alle pochissime carapine della prima sede, Giallo Limone cerca il riscatto e propone una bella scelta golosa, a tratti ruffiana ma di sicuro effetto.

Il gusto omonimo della gelateria, una crema al latte profumata al limone con aggiunta di plumcake fatto da loro in laboratorio, è un buon modo per aprire le danze. Il gusto della settimana, Superior Cachemire, è per gli amanti dell’alcolico: una crema gialla profumatissima all’arancia, con aggiunta di liquore Grand Marnier. Memorabile la stracciatella, con il cioccolato che (finalmente!) si sente bene sotto i denti. Sempreverde e decisamente ottimi lo Stregato (liquore beneventano Strega e pezzetti di cioccolato), così come lo Zabaione con vino marsala e il cheesecake ai mirtilli di stagione. Gelati per chi ama le creme un po’ ciccione, un po’ “come una volta” insomma.

Il reparto pasticceria, come anticipato, vede la predominanza della tradizione siciliana. Volano via i vassoi carichi di briosce col tuppo, da farcire con gelato oppure con granita, paste di mandorla, fette di torta da colazione ma anche crostate con frutta di stagione, cassatine monoporzione e paste di mandorla.

Tutto il locale sembra funzionare bene, con la clientela che sembra apprezzare equamente sia i dolci che il gelato.

I prezzi sono in linea con la proposta offerta: si parte dalla coppetta mini (qui chiamata bimbo) prezzata ad 1,20 euro, per finire a quella grande a 3,50 euro. Le granite siciliane sono proposte sia nella formula shortino (un bicchiere piccolo) ad 1,00 euro sia nella proposta grande (che è grande-grande) a 3,50 euro. Le briosce siciliane e i cannoli si aggirano dall’1,50 euro a salire, dipende dalla farcitura.

Gelateria Giallo Limone; Salerno

Opinione

gelaterie

Un'esperienza "passe-partout" per chi volesse avvicinarsi al gelato artigianale senza sacrificare per forza una certa golosità. Giallo Limone sicuramente contribuisce al buon nome del gelato nel salernitano, proponendosi come alternativa naturale e più che valida alle gelaterie più rinomate di Salerno che di "naturale" hanno decisamente meno. Una gelateria che in pochi anni è stata capace di creare un trend positivo e che avvicina quotidianamente persone al tema del gelato artigianale.


PRO

  • L'offerta ampia, dalla granita siciliana al banco pasticceria, passando ovviamente per il gelato
  • L'ambiente pop è curato e molto caratteristico
  • Un locale che ha avvicinato e avvicinerà parecchi salernitani al gelato artigianale e naturale

CONTRO


VOTO DISSAPORE: 7.5 / 10
VOTO MEDIO UTENTI:
Gelateria Giallo Limone

Gelateria Giallo Limone

indirizzo Via Giovan Angelo Papio, 6, 84122 Salerno, Salerno SA, Italia

telefono +39 089 220937

Prezzo medio: 3 - 4 €

Potrebbe interessarti anche