di Dario Ujetto 30 Settembre 2016

Mercato Metropolitano chiude il sito di Porta Susa e ricerca nuovi posti.

Andrea Rasca, ideatore dell’iniziativa, conferma la ricerca di una nuova sede su Torino e afferma che “sono state avviate trattative concrete per altri posti su Torino, attendiamo le condizioni giuste per concludere”.

A Porta Susa, per 1.000mq commerciali, la società proprietaria dell’immobile (proprietà del Gruppo Ferrovie dello Stato) incassava un affitto di 30.000€.

Troppo oneroso per il business plan di Mercato Metropolitano, che poteva contare su una forchetta di ricavi dai 150.ooo€ ai 250.000€ al mese.

Altri due nodi sul tavolo hanno fatto propendere per il trasferimento. La ristrutturazione dell’edificio e il mancato cambio di destinazione d’uso dei locali commerciali. Il proprietario dell’immobile avrebbe preteso investimenti anche sulle ristrutturazioni.

Mercato Metropolitano è ora aperto anche a Londra, dove il Gruppo Intesa Sanpaolo ha deliberato l’ingresso nella MMH – Mercato Metropolitano Holding e un investimento di circa 2 milioni €.

La banca italiana collabora da oltre un anno con la società di Rasca, che può contare su 5.000mq nella zona di Elephant&Castle.

Ma a Torino è stato successo? Diciamo che i problemi strutturali e la temporaneità dichiarata dell’impresa non hanno mai acceso i cuori di cittadini e turisti.

Porta Susa rimane una location con alto potenziale ma difficile per tutti i motivi descritti sopra.

Sicuramente 10 mesi non sono un periodo sufficiente per ipotizzare un ritorno sugli investimenti accettabile e nemmeno per giudicare un’iniziativa commerciale complessa e in una città difficile come Torino.

commenti (3)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Msimone ha detto:

    Potrebbe chiedere al comune di dargli in comodato d’ uso gratuito per i prossimi 90 anni un edificio in disuso. A Torino per altre iniziative imprenditoriali lo hanno fatto.

    1. Avatar Paolo Parma ha detto:

      Magari il progetto non era così convincente per riuscire ad averlo? E comunque si è trattato del recupero di un fabbricato che era abbandonato. Difficile fare Eataly, ma si sa che in Italia siamo tutti bravissimi, a parole…

  2. Avatar prospettiva ha detto:

    360.000€ annui per noleggiare i locali di porta Susa in quelle condizioni c’è da dire che chi ha venduto a quel prezzo è un genio del marketing

    contando che ora non credo troveranno facilmente un nuovo affittuario

    certo è da capire se li pagano davvero sti soldi