di The Fooders 29 Marzo 2011

Roma / San Lorenzo / The Fooders’s Loft / Interno giorno:
— Marco decide di provare l’Asino d’oro: ristorante dello chef Lucio Sforza. Arrivato a Roma da Orvieto, prima in zona Montesacro e poi in via del Boschetto 73 nel Rione Monti.
— Marco prende il telefono e digita il numero per prenotare. Dall’altra parte del filo, una voce di donna risponde molto cortesemente, dicendogli che a pranzo e di lunedì non è necessario fermare il tavolo.

San Lorenzo / Piazzale Tiburtino / Esterno giorno:
— Dopo aver atteso per ben 10 minuti il bus, un operaio in pausa pranzo dall’alto della sua ruspa fa un cenno a Marco.
— Marco si gira, strizza gli occhi come se questo aumentasse la percezione uditiva, l’operaio urla garbato : QUI L’AUTOBUS NUN CE PASSA PIU’, FERMATA SOPPRESSA!

Rione Monti / Via del Boschetto 73 / Esterno giorno-interno giorno:
— Dopo il simpatico siparietto alla fermata del bus Marco e Francesca arrivano all’Asino d’oro.
— Entrano, vengono accompagnati al tavolo. Un gentilissimo personale di sala li avverte che a pranzo c’è solo il menù fisso, si chiama IL PRANZETTO.
— Marco, per nulla sorpreso, risponde: Siamo giusto venuti per IL PRANZETTO.

Asino d’oro / IL PRANZETTO / interno piatto:
Piccolo crostino con fegatini
Bagnone (zuppa) di fagioli
Cannelloni di ricotta alla pizzaiola
Spezzatino di capocollo con verza
un calice di vino rosso o bianco
50 cl di acqua minerale
pane (buono)
12
Fuori menù: budino alla salvia, crostata di visciole, un caffè e un distillato.
— TOTALE 38€ in due.

Rione Monti / Via del boschetto 73 / Esterno giorno:
— I Fooders tornano soddisfatti verso la fermata del bus, stavolta quella giusta.
— Primo piano sulla palina e zoom out sul cielo di Roma. Musica appropriata e titoli di coda.

Note di regia: Ottimo rapporto prezzo/felicità, cortesia in sala, saluti dello chef, rimane la voglia di tornare, ordinare alla carta e attendere il bel tempo per mangiare all’aperto.
— Per IL PRANZETTO non si accettano né carte di credito né bancomat

Marco Baccanelli

[Crediti | Link: Asino d’oro. Immagini: Francesca Barreca]