di Massimo Bernardi 10 Dicembre 2009

La locandina di Birre sotto l'alberoOggi ho deciso di tenere il piumino in casa, che la mia vita sociale stia cercando di dirmi qualcosa? Siccome non riesco a essere nemmeno a Birre sotto l’albero, anche se mi era parso subito un evento estremamente risolutivo, temo proprio di sì. Tre giorni di baldorie pre-natalizie su via Benedetta a Roma. Due locali dirimpettai, Bir & Fud e Ma che siete venuti a fa, che propongono 40 birre artigianali di Natale, italiane il primo (Baladin, Birrificio del borgo…) straniere l’altro (De Dolle, Dupont…). Laboratori per chi è smanioso di saperne di più, tenuti dal super esperto Lorenzo Dabove (Kuaska). Pranzi fianco a fianco con i produttori delle birre cucinati dallo chef Massimiliano Sepe.

Personalmente, ho deciso di affogare il dispiacere nel carboidrato, ma hey, per i lettori di Dissapore che possono andarci questo è un giorno fortunato. Regaliamo: 1) Due ingressi per il laboratorio di Kuaska domenica ore 18 da Bir & Fud. 2) Due “lasciapassare” per provare le 22 birre italiane proposte da Bir & Fud, e per cenare a sbafo nel glorioso locale romano (3 volte, due o una, come preferite).

Infine, 3) Qualcuno vuole essere l’inviato di Dissapore? Obbligatorio andarci ogni giorno, provare tutte le birre, cenare tre volte al Bir & Fud, tutto gratis. Si paga pegno riassumendo i tre giorni di follia con post per Dissapore. Tutto chiaro?

Chi si aggiudica i regali? Chi si candida nei commenti, ovviamente, precisando quale regalo richiede, 1, 2 o 3.