di Massimo Bernardi 30 Settembre 2009

MenùOrdinare al ristorante come un professionista. Proprio quando potevamo consigliarvi come farlo… [1 – Prendete il menù e scartate i piatti che avete già visto in altri ristoranti, con quelli, lo chef sta solo cercando di essere alla moda. 2 – Trovate i piatti più insoliti e fateci una croce sopra, con quelli, lo chef sta solo appagando la sua vanità. 3 – Scegliete i piatti che vi ispirano di più tra quelli rimasti] … ci dicono che non c’è scelta, quando arriva il momento di ordinare ci adeguiamo al gruppo. Secondo lo studio del Journal of Consumer Research, quando il cameriere si presenta davanti a noi diventiamo prevedibili. Qualche secondo prima decidevano la voglia (e il costo) di un piatto, ma al momento fatidico conta il consenso del gruppo. Se vi chiedete quale meccanismo psicologico si nasconda dietro questo comportamento, gli esperti rispondono che è per via della tendenza a collocarsi nel mezzo, senza prendere posizione.

Ora, siccome a me non è mai capitata una cosa simile, vorrei sapere da cosa dipendono le vostre scelte al ristorante, e se vi identificate nel risultato della ricerca. Valgono solo le confessioni sincere.

[Immagine: Grub Street]