di Massimo Bernardi 7 Settembre 2009

L’hanno subito ribattezzata il sindaco low-carb. Letizia Moratti ha declinato l’invito del PD milanese alla Festa Democratica giustificandosi così: «Mi sono sempre confrontata sui temi politici ma quest’anno mi hanno invitata a una cena. Sto facendo la dieta e preferisco mangiare con la mia famiglia». Dal PD, hanno fatto sapere che i motivi sono altri («Berlusconi non le ha dato il permesso»). Ma immaginiamo che il due di picche dato dal sindaco alla Festa dell’Unità dipenda da ragioni, diciamo così, gastronomiche, sinceramente, vi sentireste di condannarla?

La Festa Democratica di Pesaro

La Festa Democratica di Pesaro

Poca igiene, gestori di ristoranti-pizzerie che s’improvvisano ristoratori esotici (attualissimi: Argentina e Brasile), affollamento, fritture maleodoranti invece di cibi naturali, indicazioni sommarie sempre senza prezzi.

La Festa Democratica di Pesaro

Queste immagini sono state scattate durante la Festa Democratica di Pesaro. E voi, avete mai mangiato nelle feste del PD? E’ andata meglio? Qualcuno è stato alle feste della Lega? Come si mangia?

La Festa Democratica di Pesaro