di The Fooders 15 Ottobre 2010

Il  27 Ottobre del 2010 — e solo il 27 Ottobre del 2010 — possiamo tornare indietro nel tempo e correre nelle sale cinematografiche per vedere ri-proiettato “Ritorno al futuro”. Il primo film della trilogia uscì nel 1985, e dopo ben 25 anni potrete provare di nuovo (o per la prima volta) l’emozione di vedere in digitale una DeLorean DMC-12 che, con un pieno di plutonio, raggiunte le 88 miglia orarie, riesce a viaggiare nel tempo lasciandosi dietro la scia di fuoco più famosa di Hollywood.

E voi, dove andavate a mangiare nel 1985? E se davvero riusciste a tornare indietro nel tempo, in quale ristorante correreste a mangiare? Vale tutto, mangiatoie di lusso e non.

Tralasciando il Gambero Rosso di Fulvio Pierangelini data la chiusura recente, noi andremmo più indietro nel tempo, prenotando un tavolo al Trigabolo di Argenta, chiuso ormai dagli anni novanta. E siccome confidiamo nel fatto che tutti voi riusciate a capire di cosa stiamo parlando, vi chiediamo anche quale chef, nel panorama mondiale, ha creato con una tecnica di cucina l’equivalente del flux capacitor (flusso canalizzatore).

Sappiate che rispondere Adrià, con la cucina molecolare, è troppo generico, dovrete scendere in particolari.

The Fooders

[Fonti: Cineblog, immagini: Leonardo Ciomei]