Afragola: vietato lavorare nei campi nelle ore più calde

Ad Afragola il sindaco ha vietato ai braccianti di lavorare nei campi durante le ore più calde della giornata. È la prima volta che in Campania viene adottata un'ordinanza simile.

contadini

Ad Afragola Anna Nigro, commissario straordinario che fa le veci del sindaco (il comune è attualmente commissariato), ha emesso un’ordinanza che vieta il lavoro nei campi durante le ore più calde della giornata. È la prima volta che in Campania una città decide di muoversi in tal senso.

Seguendo l’esempio della Calabria e della Puglia, anche in Campania si sta decidendo di tutelare i braccianti agricoli durante le ore più calde.

Tramite questo divieto, nel comune di Afragola non sarà possibile lavorare nei campi dalle ore 12.30 alle ore 16.30, fino al 31 agosto. Nell’ordinanza si legge che tramite la medesima si è voluto disciplinare l’orario di lavoro nelle campagne, sia per salvaguardare la salute pubblica che per tutelare l’igiene pubblica.

Tale ordinanza si è resa necessaria per cercare di diminuire i rischi per la salute dei lavoratori impegnati in questo periodo nella raccolta nei campi. La loro attività si svolge soprattutto all’aperto, senza possibilità di protezione dalle maggiori criticità climatiche.

Per tale motivo l’ordinanza prevede, dunque, il divieto assoluto di lavoro agricolo nei campi dalle ore 12.30 alle ore 16.30.

A differenza di quanto accaduto in Puglia e in Calabria, però, attualmente l’ordinanza riguarda solamente il comune di Afragola in provincia di Napoli e non tutta la regione. Bisognerà attendere per capire se, a breve, tutta la regione Campania decida o meno di seguire l’esempio di Afragola.

Potrebbe interessarti anche