Agricoltura, Italia “sprecona” di acqua: 20 mld di metri cubi per la produzione di cibo

In Italia, in agricoltura, si consumano circa 20 miliardi di metri cubi di acqua all'anno per produrre cibo.

In Italia, in agricoltura, si consumano circa 20 miliardi di metri cubi di acqua all’anno per produrre cibo. Un quantitativo spropositato, tra i maggiori in Europa, e causato in larga parte dal massivo utilizzo di irrigazione nei campi.

La fotografia è stata scattata dall’Anb (associazione nazionale consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue), ed evidenzia come l’Italia sia “seconda in termini di superficie irrigata solo alla Spagna e quarta in termini di incidenza della superficie irrigata sulla S.a.u. (Superficie agricola utile) dopo Malta, Cipro e Grecia”.

Tra gli altri numeri snocciolati da Anbi, il valore della produzione agroalimentare in Italia, pari a 270 miliardi di euro, con un export da circa 45 miliardi, di cui – appunto –  l’85% è irriguo, e 3 milioni e 300 mila occupati.

Ma nonostante questi numeri e le iniziative già attivate da Coldiretti, continua l’emergenza dei lavoratori nei campi per l’agricoltura italiana “orfana” di circa 200 mila lavoratori dall’estero a causa delle misure internazionali anti-coronavirus. E ora a preoccupare è anche il numero crescete di cinghiali, anche selvatici, che danneggiano le colture.

 

Potrebbe interessarti anche