Agricoltura, nuove norme per l’importazione di prodotti biologici

Dal 1 gennaio 2022 sono state introdotte nuove importanti novità circa l'importazione di prodotti biologici nell'Unione Europea.

agricoltura piante

Dal 1 gennaio 2022 è entrato in vigore il Regolamento (UE) n. 2018/848 che introduce nuove norme circa la verifica e il monitoraggio di prodotti biologici e in conversioni per l’importazione nei territori dell’Unione Europea.

Per tutto il mese di gennaio 2022, nel frattempo, l’Agenzia delle Dogane continuerà a portare avanti l’attività di controllo documentale e di validazione del COI, supportata nel caso di controlli di identità e fisici dal Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressioni frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Questo, chiaramente, per consentire alle amministrazioni coinvolte dall’introduzione delle nuove norme di organizzare il nuovo sistema di controlli, garantendo al contempo la regola continuazione delle attività di importazione (e dei controlli necessari) dei prodotti biologici.

Nelle more di specifiche indicazioni da parte della Commissione Europea, in materia di valutazione della probabilità di non conformità, che determina la frequenza con cui saranno effettuati i controlli fisici sulle partite di prodotti biologici e in conversione prima della loro immissione in libera pratica, si applicano le indicazioni contenute nei seguenti documenti:

  • Guidelines on additional official controls on products originating from China del 16 Dicembre 2020;
  • Guidelines on additional official controls on products originating from Ukraine, Kazakhstan, Moldova, Turkey and Russian Federation del 16 Dicembre 2020;
  • Guidelines on additional official controls on products originating from India del 07 giugno 2021.