di Manuela 7 Gennaio 2021
spumante

Piccolo focolaio di Coronavirus ad Albenga: un brindisi di fine anno organizzato in un locale (in aperta violazione delle norme anti diffusione Coronavirus) ha generato al momento venti contagiati.

A dare la notizia è stata La Stampa. Il locale in questione è abbastanza noto in zona: diversi bancari, imprenditori e direttori di aziende varie si sono riuniti tutti insieme per celebrare la fine dell’anno appena passato.

L’esito è stato abbastanza prevedibile: venti persone contagiate dal Sars-Cov-2 e alcuni di loro finiti pure in ospedale, più precisamente al Covid Hospital del Santa Maria di Misericordia. Altri si trovano in quarantena, in isolamento dalle loro famiglie.

In realtà pare che ad Albenga da giorni circolassero voci sotto banco di questa “bicchierata” clandestina organizzata in un locale del centro storico. Fra le voci, girava anche quella che poi è stata confermata: il contagio di gruppo c’era stato sul serio.

A pochi giorni di distanza dalla bevuta di gruppo, alcuni dei presenti hanno cominciato a manifestare diversi sintomi:

  • febbre
  • tosse secca
  • stanchezza eccessiva
  • mal di gola
  • mal di testa
  • assenza di gusto e olfatto

A quel punto è iniziata la trafila delle telefonate al medico di famiglia, della prenotazione dei tamponi, della quarantena e, in diversi casi, anche quella del ricovero in ospedale.