di Manuela 9 Aprile 2020
amaro

Grossa novità nel settore dell’alcol: Amaro del Capo compra il marchio olandese Petrus. Esatto, proprio così: l’azienda italiana gruppo Caffo 1915 con sede in Calabria ha acquistato l’azienda di proprietà di Diageo. In pratica l’amarissimo Petrus, uno fra i più famosi marchi olandesi, soprannominato l’amarissimo, è passato dalla Diageo alla Caffo 1915, nota soprattutto per il Vecchio Amaro del Capo, l’Elisir Borsci S. Marzano e le grappe Friulia e Mangilli (acquisizione recente del 2019).

Purtroppo non è stato reso noto l’importo di questa acquisizione, ma si sa solo che la Wed.A.P. Boonekamp con sede ad Amsterdam da adesso farà parte del gruppo con sede in Calabria. Sebastiano Caffo, vicepresidente e AD del Gruppo Caffo, ha dichiarato che questa acquisizione fa parte di un programma più ampio di crescita soprattutto verso il commercio internazionale.

Petrus Boonekamp è il più antico amaro presente in commercio. Inoltre l’amarissimo non è in diretta concorrenza con Vecchio Amaro del Capo, motivo per cui l’amarissimo potrebbe sfondare anche qui da noi. In effetti Petrus fa parte degli amari noti come Magenbitter, particolarmente apprezzati nel Nord Europa e in Germania.

Si tratta anche di un rilancio sul mercato europeo, soprattutto per quanto riguarda il Nord Europa, soprattutto in Germania e Olanda.

Comunque sia, è sempre una bella notizia quando un’eccellenza italiana parte alla conquista di prodotti esteri.