di Marco Locatelli 31 Luglio 2020
alcolici

È arrivato l’ok dall’Unione europea per la riforma delle accise sull’alcol, che entrerà in vigore a partire dal gennaio 2022.

Sì, perché le piccole aziende potranno ora accedere ad un nuovo sistema di certificazione europeo che gli garantirà accise più basse all’interno del Vecchio Continente.

Previsto un incremento dal 2,8% vol al 3,5% vol per la birra a bassa gradazione alcolica che può beneficiare di aliquote agevolate. Una scelta volta a spingere i consumatori a scegliere bevande alcoliche a gradazione più bassa rispetto ad alcolici più forti e invogliare i birrifici a produrre nuove birre a bassa gradazione.

Vengono messe in chiaro, inoltre, le esenzioni delle accise  per prodotti come l’alcol denaturato utilizzato nell’ambito della pulizia.

[Fonte: Ansa ]