Alimenti, l’Ue riduce i livelli dei contaminanti cancerogeni

La Commissione europea abbassa i livelli di cadmio e piombo presenti in diversi alimenti, come il vino o il sale.

cibo bio

La Commissione europea ha cambiato i livelli massimi dei contaminanti cancerogeni cadmio e piombo presenti in diversi alimenti, come il vino o il sale.

Nuove misure che saranno valide a partire dal 30 agosto per quanto riguarda il piombo e dal 31 agosto per il cadmio.

Un cambio di regolamentazione arrivato di comune accordo tra gli Stati membri e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e in seguito a diversi confronti con le aziende alimentari europee.

“Sappiamo che una dieta malsana aumenta il rischio di cancro. La decisione odierna mira a mettere i consumatori in prima linea rendendo i nostri alimenti più sani e sicuri, come ci siamo impegnati a fare nel piano europeo per la lotta al cancro”, ha detto la commissaria Ue per la Salute, Stella Kyriakides.

“Per alcuni alimenti – ha precisato la commissaria Ue per la Salute, Kyriakides.- saranno ridotti i livelli massimi di cadmio, contaminante ambientale cancerogeno, potenzialmente contenuto in alimenti come frutta, verdura, cereali e semi oleosi”. In più, ha aggiunto, “saranno ridotti i livelli massimi di piombo in molti prodotti alimentari, compresi gli alimenti per lattanti e bambini. Saranno inoltre stabiliti nuovi livelli massimi di piombo per diversi prodotti alimentari come funghi selvatici, spezie e sale”.

Potrebbe interessarti anche