Andria: dipendente di un’azienda vinicola muore cadendo nella vasca del mosto

Ad Andria, in Puglia, il dipendente di un'azienda vinicola è morto cadendo nella vasca del mosto. Aperta l'indagine per omicidio colposo.

vino

Ancora un incidente sul lavoro: a Andria, in Puglia, il dipendente di un’azienda vinicola è morto dopo essere caduto in una vasca di mosto. L’uomo si chiamava Nunzio Cognetti, aveva 30 anni, era sposato e aveva una figlia piccola.

Tutto è accaduto ieri sera nell’azienda “Agrinatura” mentre gli operai stavano procedendo alle consuete operazioni di vinificazione. Secondo le prime informazioni trapelate, Cognetti stava lavorando a un macchinario per la vinificazione. Ad un certo punto l’uomo è caduto nella vasca piena di mosto. I colleghi hanno cercato subito di aiutarlo dando immediatamente l’allarme e praticando anche il massaggio cardiaco, poi è arrivato il personale del 118, ma non c’è stato niente da fare: l’uomo era già morto.

botti

Attualmente il macchinario è stato messo sotto sequestro. Inoltre è stato anche aperto un fascicolo d’inchiesta a carico di ignoti: l’ipotesi di reato è quella di omicidio colposo con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Gli inquirenti stanno ancora cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente: c’è anche il dubbio se l’operaio sia caduto nella vasca del mosto o in quella dei sughi pronti. Non pare ci siano, invece, problemi in merito alla posizione lavorativa di Cognetti: era stato regolarmente assunto.

Il mosto ha causato in questi giorni diverse vittime. A Cosenza 4 persone sono morte a causa delle esalazioni tossiche provenienti dalla vasca del mosto.

Potrebbe interessarti anche