di Marco Locatelli 18 Novembre 2019

Gli animali di famiglia devono poter aver accesso a qualsiasi locale pubblico, come i ristoranti. È questo uno dei punti chiave della nuova proposta di legge che ha come obiettivo quello di “nobilitare” gli animali, descritti dal disegno di legge come “esseri senzienti”.

Il disegno di legge in questione porta la firma di Patrizia Prestipino e Stefania Pezzopane, deputate del PD che con questa proposta chiedono che gli animali vengano distinti dagli oggetti in quanto esseri senzienti. Diverse le norme descritte nel Ddl, al momento assegnato alla Commissione Giustizia della Camera: gli animali devono essere ammessi liberamente ad esercizi pubblici (come bar o ristoranti), scuole, luoghi di culto, mezzi di trasporto pubblico.

In pratica la proposta tutela non solo il diritto alla vita, alla salute e a condurre una vita dignitosa per tutti gli animali, ma “vieta – salvo quando previsto dalla legge- l’allontanamento coatto di animali familiari dalla propria famiglia”.

Tra le altre norme inserite nel Ddl altre tutele anche per animali di coppie che divorziano, di proprietari defunti e di animali in dotazione delle forze di polizia, a cui si chiede venga garantita una “pensione” una volta terminato il servizio.