Animalisti contro Cochi e Renato: “La Gallina” insulta gli animali

Gli animalisti chiedono di cambiare il testo della canzone di Cochi , Renato e Jannacci "La Gallina", perché è un insulto agli animali.

usa-salmonella-baciare-galline

La Gallina non è un animale intelligente”: qualcuno aveva mai pensato che la canzone di Cochi e Renato “La Gallina” fosse un insulto al mondo animale? Be’, lo hanno fatto gli animalisti.

L’Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) ha infatti messo sotto accusa il testo della canzone del 1973 scritta dal duo comico con la collaborazione di  Enzo Jannacci. La richiesta è quella di cambiare il testo della popolare canzone, in nome di un politicamente corretto che ora riguarda perfino gli animali da cortile.

“La canzone La Gallina cantata da Cochi e Renato e scritta insieme a Jannacci è un inaccettabile insulto agli animali, in particolare nella strofa dove si dice che “La Gallina non è un animale intelligente lo si vede da come guarda la gente” e per questo motivo andrebbe perlomeno modificata togliendo dalla stessa strofa la parola “NON” in quanto in quella parola sta l’insulto verso i polli e le galline”, si legge in un comunicato sul sito dell’Associazione.

“Ci rendiamo conto che si tratta di una canzone di altri tempi quando il rispetto per gli animali non esisteva, parliamo di un periodo dove in Italia  venivano tenuti i cani alla catena, abbandonati quando non uccisi senza alcuna motivazione.

Erano altri tempi,  tempi in cui l’amore per gli animali ed il rispetto per loro erano cosa per pochi, cosi se allora questo linguaggio era  prassi comune, oggi i tempi sono cambiati,cosi come è cambiato il linguaggio e la percezione del sentire comune verso le altre creature che popolano la terra, per questo sarebbe il caso di superare definitivamente anche con delle modifiche se del caso canzoni che allora facevano sorridere, ed oggi rischiano invece di far piangere la stragrande maggioranza degli italiani”.

Potrebbe interessarti anche