di Manuela 18 Maggio 2021
bovino

Spostiamoci in Argentina perché qui il Governo ha deciso di sospendere l’export di carne bovina per un mese. È stato lo stesso presidente Alberto Fernandez a dare la notizia, motivando questa scelta col fatto che si trattava di una misura temporanea per cercare di combattere l’aumento dei prezzi nel mercato interno.

L’Argentina è il quarto più grande esportatore di carne bovina di tutto il mondo: ogni anno manda all’estero 819.000 tonnellate di carne. Tuttavia adesso il prezzo della carne bovina nel mercato interno sta aumentando in maniera eccessiva (in maniera “inspiegabile” per il presidente), motivo per cui il Governo ha instaurato tutta una serie di norme per cercare di dare una regolata al settore, limitando anche le speculazioni e l’evasione fiscale.

Parlando con il Consorzio degli esportatori di carne, il presidente ha ribadito la temporaneità di queste limitazioni, aggiungendo che non esclude che il provvedimento possa essere revocato prima che siano trascorsi i previsti 30 giorni di blocco, ma solo nel caso in cui queste misure generassero risultati positivi.

Ma quanto costa la carne bovina in Argentina? A fornire qualche indicazione è l’Istituto di promozione della carne bovina argentina, acronimo Ipcva: la scorsa settimana i prezzi di alcuni tagli di carne sono aumentati del +65,3% nel mese di aprile 2021 rispetto allo stesso mese nel 2020, con ben 20 punti in più rispetto all’inflazione.