Assago, supermercato Carrefour: prende un coltello dagli scaffali e aggredisce 5 persone

Dramma ad Assago: in un supermercato Carrefour un uomo ha preso un coltello dagli scaffali aggredendo 5 persone. Un dipendente è morto, mentre il calciatore Pablo Marì è stato ferito e operato d'urgenza.

supermercato

Un brutto fatto di cronaca arriva da Assago. Qui un uomo è entrato in un supermercato Carrefour, ha preso un coltello dagli scaffali e ha aggredito cinque persone. Purtroppo un dipendente è morto a seguito dell’attacco, mentre nella vicenda è rimasto coinvolto anche il calciatore del Monza, Pablo Marì. Portato al Pronto Soccorso, il giocatore è stato subito operato, ma non sarebbe in gravi condizioni, anche a detta di Adriano Galliani e Raffaele Palladino.

L’aggressore è un uomo di 46 anni, affetto da disturbi psichici e da un anno sotto terapia a causa di una forte depressione. Secondo le testimonianza, l’uomo, dopo essere entrato nel supermercato, ha afferrato uno dei coltelli in esposizione sugli scaffali e, senza alcun motivo apparente, ha cominciato a sferrare coltellate a caso a chiunque gli passasse vicino.

supermarket

Durante l’aggressione, un dipendente è stato ferito a morte, un uomo di 28 anni è stato colpito al torace e portato all’ospedale Niguarda, un uomo di 40 anni, nuovamente colpito al torace, è stato trasportato al Policlinico di Milano e una donna di 72 anni, ferita alla mano, è stata condotta al San Gerardo Monza. Anche un’altra donna di 81 anni è stata coinvolta nell’aggressione, ma è stata controllata sul posto e non portata in ospedale.

A fermare l’uomo ci ha pensato Massimo Tarantino, ex calciatore del Bologna, dell’Inter e del Napoli che ha minimizzato, però, il suo ruolo: ha dichiarato di non aver fatto nulla, sottolineando che non è un eroe. Una volta bloccato l’uomo, ecco è stato consegnato ai Carabinieri di Corsico i quali hanno subito dichiarato che non si è trattato di un attentato di matrice fondamentalista.

Dal canto suo Carrefour Italia ha fatto sapere che l’azienda esprime massima vicinanza ai dipendenti e ai clienti coinvolti nell’aggressione dell’Ipermercato di Assago nella serata del 27 ottobre, dichiarando di essere vicina anche alle famiglie. L’azienda sottolinea che si è subito attivata per chiamare i soccorso e le forze dell’ordine, cercando nel contempo di fermare l’aggressore. Questi è poi stato preso in custodia.

Rappresentanti dell’azienda sono poi andati sul posto e sono in contatto con le vittime e le loro famiglie. Inoltre Carrefour ha anche attivato un servizio di supporto psicologico per tutti i collaboratori che sono rimasti coinvolti nell’accaduto, sia direttamente che indirettamente.