di Valentina Dirindin 22 Gennaio 2021
bistrot_fiorenzuola_arda_2_0 autogrill

Il cda di Autogrill  ha proposto ai suoi soci  un aumento di capitale in opzione fino a 600 milioni, e la decisione ha causato un crollo in borsa del titolo. L’aumento di capitale proposto, fa sapere una nota del gruppo, ha lo scopo di supportare i futuri investimenti e cogliere eventuali opportunità di acquisizione. Nel frattempo però il titolo ha subito il colpo dell’annuncio, e ha chiuso in ribasso del 13,32%, arrivando a 4,36 euro per azione.

La decisione verrà sottoposta all’assemblea degli azionisti a fine febbraio: l’operazione potrebbe essere realizzata con una scadenza in cinque anni, anche se la volontà sarebbe quella di concludere l’aumento entro il primo semestre 2021.

“Dopo un 2020 che ci ha visti impegnati a minimizzare l’impatto negativo della pandemia”, “oggi, con una maggiore visibilità in un contesto in cui ancora permangono forti fattori di incertezza, iniziamo un percorso di rafforzamento patrimoniale per assicurarci maggiore flessibilità finanziaria e per cogliere eventuali opportunità che potrebbero presentarsi”, ha spiegato l’amministratore delegato di Autogrill Italia Gianmario Tondato da Ruos. Insomma, una volontà di costruire un futuro più solido del gruppo, ed eventualmente espandere gli interessi dell’azienda con nuove acquisizioni, possibili grazie all’aumento di capitale.

[Fonte: Il Sole 24 Ore]