di Valentina Dirindin 11 Febbraio 2020

Una collaborazione fra Costa Crociere e Banco Alimentare onlus fa sì che tutto il cibo non consumato sulle navi da crociera che faranno scalo a Napoli, da oggi e fino al 28 ottobre, andrà a sfamare i più poveri. Parliamo di navi che ospitano quasi 4mila persone a bordo e che producono tantissime eccedenze alimentari, calcolate pochi anni fa in circa 216 grammi a ospite, anche se oggi il valore si è ridotto notevolmente, di circa il 17%.

Da oggi, grazie a questo accordo, questi surplus alimentari finiranno nelle cucine della mensa Papa Francesco di Pompei, che consegna ogni giorno circa duecento pasti alle persone bisognose della città. L’operazione è stata raccontata da Stefania Lallai, direttore sostenibilità e relazioni esterne di Costa Crociere, durante una conferenza stampa a bordo della nave Costa Fascinosa , la prima a fare scalo nel porto di Napoli partecipando a questo programma. “Intercettiamo un valore, il cibo, che prima veniva sprecato.

Consideriamo l’ospite a bordo un cittadino a cui chiediamo di mettere nel piatto solo quello che puo’ mangiare. Quindi, tutto il cibo preparato ma non servito dagli ospiti va al banco alimentare”. L’obiettivo di Costa – ha spiegato Lallai in conferenza stampa – è quello di ridurre, anche grazie a iniziative di questo tipo, gli sprechi alimentari a bordo delle navi da crociera del 50% entro il 2020.

[Fonte: La Repubblica | Immagine: Wikipedia]