di Valentina Dirindin 22 Maggio 2020
baracchina rossa livorno sfogo

Un consulente della Baracchina Rossa, celebre bar di Livorno, è andato su tutte le furie dopo essere stato multato. Il filmato ha fatto il giro del web, raccontando di multe le cui cifre si moltiplicavano invio dopo invio, in una sorta di telefono senza fili. Invece, la sanzione fatta allo storico locale sul lungomare di Livorno, era di 170 euro, per aver occupato il suolo pubblico con il dehors senza attendere la data prestabilita per farlo.

La richiesta per l’allargamento degli spazi all’aperto era infatti stata correttamente inoltrata dai gestori del locale, ma avrebbero dovuto attendere il primo giugno per poterla rendere effettiva. Invece, il locale aveva già ampliato il suo dehors, in buona fede – dicono– convinti di essere nel giusto quando è arrivato il controllo dei vigili.
Ricevuta la multa Samuele Scarpa è stato filmato fuori dal locale, mentre inveiva aggressivamente contro i vigili che lo avevano multato.

“Quanto successo è legato al nervosismo per la situazione che il Paese sta vivendo e che ha visto molte attività chiuse per mesi”, ha detto il sindaco di Livorno Luca Salvetti, spiegando di comprendere la situazione e di essere dalla parte di commercianti e piccoli imprenditori. “I vigili urbani, dopo aver ricevuto le segnalazioni, sono giustamente intervenuti perché non si può precedere nell’anarchia e ci sono norme e tempistiche che vanno rispettate”.

Dal canto suo, Samuele Scarpa si è scusato per lo sfogo, spiegando di essere stato colto da un momento di rabbia e andando personalmente a porgere le sue scuse al sindaco, accompagnato dal gestore della Baracchina Rossa Massimiliano Caleo.

[Fonte: Livorno Today]