di Manuela 15 Giugno 2020
sfogliatella

Un bar di Napoli ha suscitato non poche polemiche a causa di uno scontrino con sovrapprezzo per dividere in due la sfogliatella. Il fatto è stato reso noto da Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori della Campania.

Tutto è accaduto nel bar La Rocca a Ponticelli, nella parte est di Napoli. Se si va a leggere lo scontrino in questione si legge una voce alquanto insolita: “Diviso 2 – 10% – 0,50”. Stornaiuolo sui social ha parlato di una situazione “incredibile e ridicola”: il bar aggiunge 50 centesimo sullo scontrino perché ha tagliato in 2 la sfogliatella. E chiede che queste pazzie vengano fermate: non si tratta di pagare 50 centesimi in più o in meno, ma quanto di rispettare l’etica del commercio.

Ma, come per ogni storia, ci sono due campane da ascoltare e Carmine Spagnuolo, il titolare del bar in questione, non ci sta a subire queste accuse e spiega la sua versione dei fatti. Il gestore ha precisato che la divisione in due della sfogliatella è un preciso servizio offerto dal locale che non consiste meramente nel tagliare in due il dolce, ma di servirlo in due piattini diversi con due posate al tavolo.

Ovviamente sui social non è mancato chi ha fatto dell’ironia e ha sottolineato che dividere in due una sfogliatella è un sacrilegio che andrebbe punito, non fatto pagare in più.