di Valentina Dirindin 10 Maggio 2020
seul

La Corea del Sud sperimenta alcuni nuovi focolai dopo che bar e discoteche erano stati riaperti alla fine del lockdown. Le misure che erano state prese per contenere l’epidemia, e che avevano fatto della Corea del Sud un modello positivo di azione, comprendevano ovviamente anche una chiusura dei locali pubblici. Bar e discoteche, però, dopo un primo allentamento delle misure intraprese sono stati oggi nuovamente chiusi, perché considerati causa di nuovi focolai nel Paese.

In Corea del Sud, infatti, sono stati registrati nelle ultime 24 ore 18 nuovi casi, come comunicato dal centro per la prevenzione e il controllo delle malattie del Paese. Nella dimostrazione della modalità di operazione coreana, che fin dall’origine della pandemia lavora sul tracciamento dei casi e delle possibili situazioni di contaminazione, si è fatta una ricerca, che ha portato alla fine a una discoteca nel distretto di Itaewon a Seul Diciassette di questi nuovi casi, purtroppo, sembrano essere collegati a un ventinovenne risultato positivo che aveva frequentato quel locale.

Per questo a Seul, fa sapere il sindaco, Park Won-soon, si torna ad applicare la chiusura e il divieto d’accesso ai locali notturni, oltre che a mantenere tutte le disposizioni di sicurezza ordinarie, come il distanziamento sociale e l’utilizzo di mascherine e guanti.

[Fonte: Il Fatto Quotidiano]