di Valentina Dirindin 11 Ottobre 2020
bar

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha fatto un appello a bar e ristoranti affinché usino senso di responsabilità nella lotta contro la diffusione del Coronavirus.

“Questa è una battaglia che dobbiamo vincere tutti insieme, operano ciascuno nel proprio ambito di competenza”, ha detto il ministro durante un’intervista con il programma radiofonico di Radio 24  “Il caffè della domenica”.

Il suo intervento ha infatti riguardato anche la situazione degli esercizi commerciali, spesso accusati di essere i luoghi intorno ai quali si creano i più ampi assembramenti, e per questo le è stato chiesto se esiste la possibilità che sia l’esercito a vigilare sul comportamento dei locali pubblici e di chi li frequenta.

“Al momento è sicuramente difficile”, ha detto lamorgese. “. Non può esserci un appartenente alle forze di polizia dietro ognuno di noi e anche da parte degli esercenti di bar e attività commerciali ci vuole senso di responsabilità”.

Il ministro ha voluto fare anche un esempio concreto rispetto a cosa intende quando parla di responsabilità dei gestori dei locali, e ha parlato di quello che lei stessa ha potuto constatare a Milano: “Ieri, ad esempio, ho visto bar all’aperto con tavolini molto ravvicinati. Anche questo sarà oggetto dei controlli della polizia, ma gli esercenti e i titolari dovranno prestare attenzione”.

[Fonte: Il Fatto Quotidiano]