di Valentina Dirindin 29 Giugno 2020

I bar potranno ritornare a mettere i giornali in consultazione per i propri clienti, almeno in Veneto. Il presidente della Regione Luca Zaia, infatti, ha firmato una nuova ordinanza (“una delle ordinanze più toste che abbiamo firmato”), con cui apre le saune e gli sport di contatto e di squadra, e autorizza anche il ritorno dei giornali nei locali pubblici.

Finalmente, dunque, si potrà tornare a sfogliare le notizie locali mentre si sorseggia un caffè o un cappuccino, nonostante il Coronavirus. E finalmente – almeno in Veneto – tireranno un sospiro di sollievo i tanti giornali la cui tiratura dipende in maniera significativa dalla pratica di condivisione delle copie all’interno dei locali pubblici (si pensi ad esempio alle free press).

Non a caso il presidente Zaia ha spiegato proprio che “sono stati per gli editoricinque mesi di ristrettezze per la categoria”, sottolineando come la misura sia stata presa pensando a ridare fiato al settore.

Via libera dunque da Zaia ai giornali nei bar, nei ristoranti, nei saloni di bellezza e negli studi medici, nei centri anziani, nei circoli sportivi e in luoghi simili: l’unica richiesta è quella di fare attenzione a mettere a disposizione più copie dei giornali per i clienti.

[Fonte: Il Gazzettino]