di Manuela 11 Maggio 2020
vino

Un bar è stato multato a Sasso Marconi, in provincia di Bologna: serviva da bere ai tavoli. Sanzionati anche i clienti, ma non solo: il locale rischia un’altra sanzione e la chiusura in quanto il titolare era già stato ammonito in precedenza.

Per un bar che riesce a vincere un ricorso perché un cliente si era azzardato a bere un caffè nelle sue vicinanze, ecco un altro bar che consapevolmente continuava il servizio ai tavoli, nonostante sia vietato da due mesi, praticamente da quando è iniziata l’emergenza Coronavirus.

Sono stati i Carabinieri di Sasso Marconi a effettuare i controlli e comminare la multa. Il titolare del bar aveva ricevuto diversi ammonimenti: doveva smetterla di far sedere i clienti ai tavolini esterni e di fornire il servizio ai tavoli. Tuttavia l’uomo aveva continuato imperterrito a ignorare le disposizioni anti diffusione Coronavirus e così, dopo innumerevoli, richiami, è stato multato e il locale è stato chiuso per un giorno.

Inoltre sono stati sanzionati anche i due clienti che al momento del controllo erano seduti ai tavoli: stavano degustando dei vini. Cosa che gli è costata cara in quanto si sono beccati ciascuno una multa di 280 euro.

Ma non è certo finita qui. I Carabinieri hanno comunicato la vicenza alla Prefettura di Bologna: nel caso decidesse di intervenire anche lei, il titolare potrebbe ricevere un’altra sanzione amministrativa fino ad arrivare a 3.000 euro e la chiusura temporanea dell’attività fino a 30 giorni.