di Valentina Dirindin 10 Gennaio 2021
natale

Circa 4mila persone si trovano attualmente in isolamento per Coronavirus a Bari, e la maggior parte di loro sono già risultati positivi ai test: i medici ne sono certi, si tratta dell’effetto del cenone di Natale e di Capodanno.

Un aumento importantissimo dei cittadini sottoposti a quarantena preventiva si è infatti verificato in questi giorni, a distanza di un dieci – quindici giorni dalle eccezioni fatte per passare con famiglia e amici, nonostante i divieti, le festività natalizie.

Così, nel capoluogo pugliese si verifica quello che viene già definito un vero “effetto-cenone”, con quasi 8mila famiglie dellla città che hanno almeno un componente in isolamento. Il report sui contagi in città elenca anche quali sono i rioni più colpiti: Marconi, San Girolamo, Fesca, San Paolo, con 830 persone totali poste in isolamento. 542 a Japigia , 495 al Libertà e 429 a Poggiofranco.

Un quadro che purtroppo caratterizza molte zone d’Italia, e non solo il Barese: tante sono state le eccezioni (in parte permesse, in parte fatte contravvenendo ai regolamenti imposti per il contenimento della pandemia) in queste stranissime feste di fine 2020. Le conseguenze di queste azioni, evidentemente, sono ancora da vedere nel loro complesso: non sappiamo se causeranno un inasprimento significativo dei casi di Coronavirus, ma di certo stanno già facendo il loro corso in molte famiglie, dove si è dimenticato di tutelare i più anziani dalle possibilità di contagio all’interno delle mura domestiche.

[Fonte: La Repubblica]