di Manuela 16 Aprile 2020
alcol

L’OMS, come se non avesse il suo bel daffare a respingere le accuse di Donald Trump, ha dovuto fare un’altra precisazione doverosa: bere alcol non protegge dal Coronavirus. Si tratta di una fake news, di un caso di disinformazione che sta circolando e che può causare gravi danni alla salute.

Ci sono tantissime bufale e fake news che girano sulla Covid-19, alcune più pericolose di altre. Una di queste suggerisce che bere alcolici aiuti a evitare la malattia perché uccide il Coronavirus.

Pensate che c’è gente che ci crede a queste storie e finisce col bere il metanolo, intossicarsi e morire: è successo in Iran dove parecchie persone sono morte per aver bevuto del metanolo convinte che le avrebbe protette dal Sars-Cov-2.

Comunque sia, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ritenuto opportuno ribadire che le teorie secondo le quali consumare alcolici uccide il Coronavirus sono frutto di paura e disinformazione. Bere alcolici causa rischi alla salute umana e se l’alcol viene adulterato col metanolo, ecco che si possono avere gravi conseguenze finanche arrivare alla morte.

Per questo motivo l’OMS ha creato una scheda informativa dal titolo “Alcol e Covid-19: ciò che devi sapere”. In realtà il consumo di alcol è associato a una serie di malattie e disturbi della salute mentale che rendono una persona potenzialmente più suscettibile alla Covid-19. Più nello specifico, l’alcol indebolisce il sistema immunitario e aumenta il rischio di conseguenze negative per la salute.

Per questo motivo le persone dovrebbero diminuire il consumo di alcolici, regola che vale sempre, ma ancora di più durante la pandemia.