di Valentina Dirindin 20 Agosto 2020
brewdog aldi

Se l’è presa un tantino, Brewdog, quando ha visto la lattina della nuova birra lanciata dalla catena di supermercati ALDI, la Anti-establishment beer. Il motivo? Una forte, fortissima somiglianza con la loro Punk IPA, probabilmente la più famosa delle loro birre.

La grafica, i colori, il font: in effetti, bisogna ammettere che la somiglianza c’è. E pure se le note sono sempre sette, di certo il fatto che l’ispirazione sia stata tratta da uno dei più celebri prodotti del mondo della craft beer di certo non aiuta a pensare a un caso.

Ad accorgersi della citazione un po’ eccessiva (si può dire scopiazzatura?) sono stati in tanti. C’è perfino un canale Youtube dedicato alle birre artigianali, il “The Beer Review”; che per recensire la nuova IPA di Aldi ha messo su un simpatico sketch in cui finge di aprire una scatola di Punk, e invece ci trova dentro la birra del colosso della GDO tedesco.

E soprattuto, se n’è accorto anche James Watt, fondatore del celebre birrificio britannico, che sulla sua pagina Facebook ha fatto dell’ironia un po’ tagliente sulla questione. In un post, Watt ha ipotizzato il lancio di una nuova lattina di birra Brewdog, la Yaldi, con il logo di Aldi in bella vista, chiedendosi se questa nuova birra sarà venduta nei negozi della catena (che peraltro vendono già la Punk).

Una frecciatina, che probabilmente lascerà il tempo che trova. C’è infatti da dire che difficilmente si vede la possibilità di andare oltre, provando a far valere le proprie ragioni sul presunto scopiazzamento della lattina di Brewdog. Caso vuole, a ben vedere, che l’incrocio di azzurri che tanto fa somigliare le due lattine altro non sia che il colore del logo della catena di supermercati. Dunque, l’utilizzo parrebbe lecito. Ecco, magari giusto un po’ troppo poco fantasioso, ma lecito.